Diwan: differenze tra le versioni

2 byte aggiunti ,  1 anno fa
m
nessun oggetto della modifica
m (fix incipit)
mNessun oggetto della modifica
Il termine '''diwandīwān''' ({{Arabo|ﺩﻳﻮﺍﻥ}}), di origine probabilmente [[Lingua persiana|persiana]] ('''dīvān'''), anche se gli [[etimologia|etimologi]] [[arabi]] non mancano di riferirla al verbo ''dawwana'' (radunare),<ref>Cfr. l{{'}}''Encyclopédie de l'Islam'' al lemma omonimo (A. A. Duri), pp. 332b-333a.</ref> è usato nella cultura [[Arabi|arabo]]-[[islam]]ica per identificare diversi concetti, tra loro solo apparentemente diversificati.
 
Un primo significato è quello di "registro" che, in [[Diwan (poesia)|poesia]], serve dunque a indicare il '''canzoniere''', la raccolta cioè dei versi e dei componimenti sopravvissuti di un poeta, come quelli dei mistici e poeti persiani [[Hafez]] e [[Gialal al-Din Rumi]].
171 965

contributi