Differenze tra le versioni di "Simon Reynolds"

m
nessun oggetto della modifica
m
 
Reynolds afferma di essere stato leggermente influenzato dal pensiero [[Marxismo|marxista]], applicando alla musica concetti quali il ''feticismo della merce'' e la ''falsa coscienza'' (Reynolds parla di due esempi relativi alla musica [[hip hop]]).
 
Dalla seconda metà degli anni duemila si è dedicato all'analisi del revival e del riciclo di generi del passato che a suo avviso sono ormai dominanti nella scena musicale del XXI secolo.<ref name=OR/> Viene inoltre ricordato per aver riutilizzato il concetto di "[[hauntology]]", coniato dal filosofo [[Jacques Derrida]], per definire un [[Hauntology (musica)|genere musicale]] che "mette il passato dentro il presente".<ref>{{cita web|url=http://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2017/05/14/news/simon_reynolds-165418003/|titolo=Simon Reynolds, il critico racconta il mondo di oggi: "La 'retromania' ha vinto"|accesso=7 settembre 2018}}</ref>
 
== Libri pubblicati ==