Differenze tra le versioni di "Jeanne Baptiste d'Albert de Luynes"

nessun oggetto della modifica
Figlia di [[Louis Charles d'Albert de Luynes|Louis Charles d'Albert]], [[duca di Luynes]] (1620–1690) e della sua seconda moglie, la principessa Anne de Rohan-Montbazon (1644–1684), ebbe cinque fratelli. Sua nonna paterna era [[Marie de Rohan]], il suo fratellastro maggiore era [[Charles Honoré d'Albert de Luynes]], consigliere privato di [[Luigi XIV di Francia]] e costruttore del famigerato [[castello di Dampierre]]. Nata all'[[Hôtel de Chevreuse|Hôtel de Luynes]] di Parigi, fu battezzata nella [[Chiesa di Saint-Eustache|chiesa di Sant'Eustachio]] e chiamata in onore del suo padrino [[Jean-Baptiste Colbert]].
 
Dopo una formazione presso la prestigiosa [[abbazia di Port-Royal]] a Parigi, fu data in moglie a Joseph Ignace Scaglia,<ref>Il nome completo di suo marito era Augusto Manfredo Giuseppe Ieronimo Ignazio Scaglia, Conte di Verrua</ref> conte di Verrua<ref>''Verrue'' in Francia</ref> tra il 23 agosto e il 25 agosto 1683. Aveva appena tredici anni e mezzo all'epoca delle sue nozze. Suo marito era un colonnello dei dragoni e un importante diplomatico piemontese che lavorava per il duca di Savoia [[Vittorio Amedeo II di Savoia|ducaVittorio diAmedeo SavoiaII]].
 
Suo marito era "giovane, bello, ricco e onesto". La madre di lui era una [[dama di compagnia]] della [[Consorti dei sovrani di Savoia|duchessa di Savoia]], nata francese, [[Anna Maria d'Orléans]]. Jeanne Baptiste e suo marito ebbero in tutto quattro figli:<ref>[https://books.google.com.pe/books?id=gsWg6ESPoX8C&pg=PA50&lpg=PA50&dq=Scaglia+di+Verrua+genealogy&source=bl&ots=oH-H2wNzHy&sig=luVVStZimujo-hqQge7g03NG7VA&hl=es&sa=X&ved=0ahUKEwihtue4g8XQAhXJOyYKHeduAskQ6AEIXjAM#v=onepage&q=Scaglia%20di%20Verrua%20genealogy&f=false Toby Osborne: ''Dynasty and Diplomacy in the Court of Savoy: Political Culture and the Thirty Years' War'', p. 57], Cambridge University Press 2002 {{ISBN|978-0-521-03791-4}}</ref>
 
* Anna Maria Angelica Scaglia (1684 – 1745), badessa.
* Vittorio Amedeo Scaglia (1686 – 1707).
* Maria Anna Scaglia (1687 – 1745), abbess.
* Carlo Augusto Scaglia (1688 – 1706).
 
A [[Torino]], capitale sabauda, il duca di Savoia si infatuò della giovane contessa e dal 1688 era profondamente innamorato. La contessa, piamente educata, in un primo momento, ignorò le avances del duca che l'avrebbe vista al servizio di sua moglie. In seguito, la duchessa e suo zio, il [[Luigi XIV di Francia|re di Francia]], "incoraggiarono" madame de Verrue ad approfittare delle avances del duca di Savoia. Nel 1689, Jeanne Baptiste cedette agli approcci del duca. Gli amanti diventarono genitori di due figli: la futura [[Vittoria Francesca di Savoia|principessa di Carignano]]<ref name="Storrs196">Christopher Storrs, ''War, Diplomacy and the Rise of Savoy, 1690–1720'', (Cambridge University Press, 2004), 196.</ref> nacque nel 1690, mentre [[Vittorio Francesco, marchese di Susa|Vittorio Francesco]], nacque nel 1694 e successivamente gli fu conferito il titolo di [[marchese di Susa]]<ref name="Storrs196" />.
 
== Discendenza ==
Jeanne Baptiste e Joseph Ignace ebbero quattro figli:<ref>[https://books.google.com.pe/books?id=gsWg6ESPoX8C&pg=PA50&lpg=PA50&dq=Scaglia+di+Verrua+genealogy&source=bl&ots=oH-H2wNzHy&sig=luVVStZimujo-hqQge7g03NG7VA&hl=es&sa=X&ved=0ahUKEwihtue4g8XQAhXJOyYKHeduAskQ6AEIXjAM#v=onepage&q=Scaglia%20di%20Verrua%20genealogy&f=false Toby Osborne: ''Dynasty and Diplomacy in the Court of Savoy: Political Culture and the Thirty Years' War'', p. 57], Cambridge University Press 2002 {{ISBN|978-0-521-03791-4}}</ref>
Jeanne Baptiste e Vittorio Amedeo II ebbero due figli:
* Anna Maria Angelica Scaglia (1684 – 1745), badessa.;
* Vittorio Amedeo Scaglia (1686 – 1707).;
* Maria Anna Scaglia (1687 – 1745), abbess.badessa;
* Carlo Augusto Scaglia (1688 – 1706).
 
Jeanne Baptiste e Vittorio Amedeo II di Savoia ebbero due figli illegittimi:
* [[Maria Vittoria Francesca di Savoia|Maria Vittoria Francesca]] (10 febbraio [[1690]] - [[Parigi]], 8 giugno [[1766]]), andata sposa a [[Vittorio Amedeo I di Savoia-Carignano|Vittorio Amedeo]], terzo principe di Carignano;
* Vittorio Francesco Filippo (10 dicembre [[1694]] - 20 marzo [[1762]]), che sposò nel [[1760]] Maria Lucrezia Franchi di Ponte Chianale, senza figli.