Anti-re: differenze tra le versioni

21 byte aggiunti ,  1 anno fa
Revisione
(fix link)
(Revisione)
Un '''anti-re''' o ''antiré''' (in tedesco: ''Gegenkönig'') è un presunto [[re]] che, a causa di dispute successorie o opposizioni politiche, si autodichiara re in contrasto con un monarca regnante.
 
Gli antireantiré sono più frequenti in seno a monarchie elettive piuttosto che in quelle ereditarie come quelle di Francia o Inghilterra; personaggi di questo tipo nelle monarchie ereditarie sono più spesso definiti come pretendenti. Gli antireantiré sono un fenomeno che si riferisce principalmente alla politica del [[Sacro Romano Impero Germanico]] a partire dal [[XV secolo]]. Il termine è paragonabile a quello di [[antipapa]], un rivale del [[papa]].
 
Numerosi antireantiré si succedettero nel vendicare le proprie pretese al potere e vennero riconosciuti come legittimi monarchi, come ad esempio gli imperatori Corrado III, Federico II e Carlo IV. Lo ''status'' di taluni altri come antireantiré è tuttora disputato, tra i quali [[Enrico II, duca di Baviera]], ed [[Egberto II di Meißen|Egberto II, margravio di Meißen]].
 
Altre nazioni che produssero degli antireantiré furono la Boemia e l'Ungheria.
 
== Importanti antireantiré tedeschi ==
 
{| class="wikitable"