Differenze tra le versioni di "Ponte romano"

m
WPCleaner v2.04 - Fixed using WP:CW (Wikilink uguali alla propria descrizione)
m (IndyJr ha spostato la pagina Ponti romani a Ponte romano: La voce del concetto generale va al singolare)
m (WPCleaner v2.04 - Fixed using WP:CW (Wikilink uguali alla propria descrizione))
Secondo una lista stilata nel 1995 da [[Vittorio Galliazzo]] i ponti romani conosciuti sono circa 900 nelle provincie dell'[[Impero romano|Impero]], e molte di queste strutture sono ancora integre e in uso. I ponti romani erano realizzati con materiali non deperibili, come la pietra, invece del calcestruzzo, e non avevano [[metallo]] nelle strutture portanti, al contrario del [[cemento armato]]: la [[carbonatazione]] del cemento, una reazione chimica provocata dal contatto con l'[[anidride carbonica]], provoca fessurazioni nella struttura nelle quali può penetrare l'acqua, facendo perdere le proprietà elastiche.<ref name=":1">{{Cita web|url=https://www.lastampa.it/cultura/2018/08/20/news/l-insegnamento-utile-dei-romani-riguardo-i-ponti-1.34038752|titolo=L’insegnamento utile dei Romani riguardo i ponti|sito=lastampa.it|data=2018-08-20|lingua=it-IT|accesso=2021-06-10}}</ref>
 
I Romani resero sacra la ''ars pontificia'', tanto che il più alto grado sacerdotale era quello del ''[[Pontifex maximus|]]''Pontifex maximus'']], [[Magistrato (storia romana)|magistrato]] che si occupava della costruzione dei ponti.<ref name=":1" />
 
Il procedimento costruttivo prevedeva la deviazione del corso d'acqua tramite [[palizzate]] e [[dighe]], seguito dallo [[Scavo (edilizia)|scavo]] per raggiungere la [[roccia]] su cui fondare i [[Pilone (architettura)|piloni]]. Si alzava una struttura lignea semicircolare su cui appoggiare i [[Concio (architettura)|conci]]. Si utilizzavano delle [[Gru (macchinario)|gru]] per posizionare le pietre sulla [[centina]] di legno, unite dalla cosiddetta [[chiave di volta]]. Le pietre potevano essere unite della [[Malta (materiale)|malta]].<ref name=":1" />