Baldur's Gate III: differenze tra le versioni

Il personaggio del giocatore si risveglia su un nautiloide dei Mind Flayer. Insieme ad altri compagni di prigionia, il/la protagonista è stato/a confinato all'interno di una capsula di contenimento e un girino di Mind Flayer è stato inserito nel loro occhio. Il nautiloide si fa strada attraverso il Faerûn e inizia a distruggere gli edifici mentre vola attraverso Yartar. Un gruppo di Githyanki (razza umanoide un tempo schiavizzata dai Mind Flayer, ed ora loro più acerrimi avversari) in groppa ad un drago rosso intercetta il mezzo e lo attacca, e i draghi iniziano ad essere in vantaggio. Il Mind Flayer ordina quindi al nautiloide di scomparire apparentemente, e riappare in una posizione diversa sopra l'inferno. I githyanki, tuttavia, riescono a rintracciare il veicolo biologico e lo attaccano ancora una volta. Trovando un'apertura nella nave danneggiata, un drago rosso sputa fuoco su un punto vulnerabile, provocando un'esplosione che fa perdere l'equilibrio al Mind Flayer. La creatura cerca di riposizionare il nautiloide un'altra volta, ma l'esplosione lo danneggia gravemente. Teletrasportandosi di nuovo a Faerûn, il nautiloide si schianta al suolo.
 
Il personaggio del giocatore si sveglia, arenato vicino alla riva del fiume Chionthar (da qualche parte apparentemente molto vicino a Elturel), dove le macerie del veicolo coprono il terreno. A causa del girino inoculato nel suo corpo, si ritrova dotato di nuove abilità, inclusa la telepatia. Il giocatore si mette in marcia e può trovare compagni lungo la sua strada (alcuni dei quali erano anche al suo fianco sul nautiloide). Tuttavia, i potenziali compagni credono che presto, per via dei girini, si trasformeranno presto in Mind Flayer e cercano un potente chierico affinché possa guarirli.
 
==Modalità di gioco==
16 842

contributi