Differenze tra le versioni di "Bambini di Mengele"

→‎Sopravvivenza e memoria: Ampliamento del testo e delle note.
(→‎Sopravvivenza e memoria: Ampliamento del testo e delle note.)
== Sopravvivenza e memoria ==
 
Per tutti i bambini sopravvissuti, la liberazione da Auschwitz non significò un facile ritorno alla normalità. La maggior parte di loro era rimasta senza famiglia, ein alcuni casi i gemelli si trovarono addirittura separati l'uno dell'altro. ciCi vorranno anni prima che per ciascuno di loro si ricostituissero condizioni di stabilità., Moltiattraverso porterannocomplessi perricongiungimenti tuttafamiliari laed vitaesperienze idi segniorfanotrofio deglie esperimenti cui furono sottopostiadozione. LeMolti loroporteranno storieper individualitutta sonola estremamente diverse. Di molti si sono perse le traccevita nel dopoguerra.corpo Nele 1984nello Eva & Miriam Mozes crearono un'associazione che riunissespirito i gemellisegni comedegli loroesperimenti sopravvissuti:cui C.A.N.D.L.E.S.furono (Children of Auschwitz Nazi Deadly Lab Experiments Survivors)sottoposti. NelPoichè 1995nessuno fusi apertointeressò a [[Terreloro Heute]]come (in [[Indiana]])ad un museogruppo percon preservareproblemi lae memoriabisogni dellaspecifici, le loro esperienza.<ref>[https://candlesholocaustmuseum.org/storie CANDLESindividuali Holocaustsono Museumestremamente and Holocaust Center]diverse.</ref> SiDi riportanomolti quisi apersero titolole puramentetracce indicativonel i nomedopoguerra e lela note biografiche di alcunivoce dei gemellibambini chedi hannoMengele fornitorimase ala museolungo lainascoltata. loro testimonianza:
 
Nel 1984 [[Eva Mozes Kor]] assieme alla sorella Miriam si fece promotrice della costituzione di un'associazione che riunisse i gemelli come loro sopravvissuti: C.A.N.D.L.E.S. (Children of Auschwitz Nazi Deadly Lab Experiments Survivors). Nel 1990 la loro esperienza fu per la prima volta al centro di un documentario televisivo prodotto negli Stati Uniti da [[Kent State University]].<ref>[https://www.imdb.com/title/tt0426421/ C.A.N.D.L.E.S.: The Story of the Mengele Twins] in [[Internet Movie Database]].</ref> Nello stesso anno fu pubblicato lo studio di Lucette Lagnado e Sheila Cohn (''Children of the Flames: Dr. Josef Mengele and the Untold Story of the Twins of Auschwitz'', New York: Morrow, 1990) che offriva la prima ricostruzione storica dettagliata degli eventi. Nel 1995 fu aperto a [[Terre Haute]] (in [[Indiana]]) un museo per preservare la memoria della loro esperienza.<ref>[https://candlesholocaustmuseum.org/ CANDLES Holocaust Museum and Holocaust Center]. Nel 2003 il museo fu vittima di un attacco antisemita, completamente distrutto in un incendio doloso, ma è stato ricostruito e riaperto nel 2005 e prosegue oggi la sua azione educativa e di ricerca.</ref> Nel 2009 Eva Mozes pubblicò le sue memorie nel volume ''Surviving the Angel of Death: The Story of a Mengele Twin in Auschwitz''. Si riportano qui a titolo puramente illustrativo i nome e le note biografiche di alcuni dei gemelli che hanno fornito al museo la loro testimonianza:
 
* ''Jacob & Reizel Feingold'' ([[Berlino]], 3 nov 1927). La famiglia si era rifugiata dalla Germania in Olanda dopo [[Kristallnacht]]. Nel 1940 furono deportati a [[Westerbork]]. Nel 1944 furono inviati a [[Theresienstadt]] e quindi a Auschwitz. Alla liberazione i due gemelli persero contatto. Riunitisi in un campo profughi in Germania, emigrarono nel 1947 negli Stati Uniti.
* ''Harry & Sitonia Schlesinger'' (Munkacz, CZ, 9 mar 1929). A Auschwitz Harry lavorò come fattorino all'ospedale. Nel gennaio 1945 fu evacuato dal campo e raggiunse Melk, Mauthuasen e Gunskirchen, dove fu liberato. Si riunì a Munkacz ai genitori e alla sorella, sopravvissuti, prima di emigrare nel 1947 in Israele e nel 1955 negli Stati Uniti
 
* ''Jiri & Zdenek Steiner'' ([[Praga]], CZ, 20 mag 1929). I due gemelli giunsero ad Auschwitz nel settembre 1943. Collocati nel [[Campo per le famiglie di Terezín a Auschwitz-Birkenau]] furono selezionati da Mengele al momento della sua liquidazione. Dopo la liberazione, rimasti orfani, furono ospitati in orfanotrofi in Cecoslovacchia. Zdenek morì nel 1947 vittima di un incidente d'auto. Jiri visse in Cecoslovacchia.
* ''Herman (Tsvi) & Siegmund (Zigi) Vizel'' (Cechia, 15 feb 1930). Tsvi si stabilì in Israele. Del fratello, se sopravvisse, non se ne conosce la sorte.
 
* ''Herman (Tsvi) & Siegmund (Zigi) Vizel'' (Cechia, 15 feb 1930). Tsvi si stabilì in Israele. Del fratello, se sopravvisse, non se nesi conosce la sorte.
 
* ''Sandor & Tibor Solomon'' (Sevlus, Cechia, 11 mag 1931). I due fratelli furono tra i passeggeri della nave ''[[Exodus (nave)|Exodus 1947]]'' che nel luglio 1947 cercò senza successo di raggiungere la Palestina dalla Francia.
 
* ''Marc & Francesca Berkowitz'' (Cechia, 1932). Oltre che per i suoi esperimenti, Mengele utilizzò spesso Marc come fattorino e portaordini. Dopo la liberazione, fratello e sorella giunsero negli Stati Uniti con un gruppo di orfani.
 
* ''Eva & Vera Weiss'' (Kosice, CZ, 1932). Eva e Vera furono evacuate dal campo nel gennaio 1945 e portate a Ravensbrück e quindi a Bergen-Belsen, dove furono liberate. Trascorsi due anni in un campo profughi in Svezia, emigrarono in Israele.
 
* ''Thomas & Peter Somogyi'' (Pecs, Ungheria, 14 apr 1933). I gemelli arrivarono con la loro famiglia ad Auschwitz il 9 luglio 1944. Poiché furono tra ultimi arrivati, non furono sottoposti ad esperimenti. Alla Liberazione fecero ritorno nella loro città natale dove furono raggiunti dal padre, anch'egli sopravvissuto a Dachau. Nel 19471949 emigrarono in Israele e da lì in Inghilterra, Canada e Stati Uniti.
 
* ''Eva & Miriam Mozes'' (Romania, 1934). Presenti in una celebre fotografia di bambini sopravvissuti ad Auschwitz, rimaste orfane tornarono in Romania con una zia. Nel 1950 emigrarono in Israele. Eva è stata autrice nel 2009 di un libro di memorie e la maggior animatrice dell'associazione C.A.N.D.L.E.S., fino alla sua morte nel 2019.
* ''Jiri & Josef Fiser'' (Cechia, 1936). I gemelli arrivarono ad Auschwitz da [[Theresienstadt]] e sopravvissero alla selezione del campo per famiglia solo perché selezionati da Mengele.
 
* ''Jiri & Josef Fiser'' (Cechia, 7 gen 1936). I gemelli arrivarono ad Auschwitz da [[Theresienstadt]] (dove avevano cantato nel coro di [[Brundibar]]). Collocati nel [[Campo per le famiglie di Terezín a Auschwitz-Birkenau]] furono selezionati da Mengele al momento della sua liquidazione. Dopo la liberazione, rimasti orfani, furono adottati da uno zio.
 
* ''[[Andra e Tatiana Bucci]]'' (Fiume, Italia, 1937, 1939). Andra e Tatiana non erano gemelle, ma la somiglianza tra le due sorelle suscitò l'interesse di Mengele. Liberate ad Auschwitz, Andra e Tatiana vissero in un orfanotrofio in Cecoslovacchia e furono quindi inserite in un gruppo di orfani inviati in Inghilterra nel marzo 1946. Solo nel dicembre del 1946 le due sorelle poterono riunirsi alla madre, anch'essa sopravvissuta ai campi di concentramento, e al padre, prigioniero di guerra.
 
* ''René & Renate Guttmann'' (Cechia, 21 dic 1937). Arrivati ad Auschwitz da [[Theresienstadt]] René & Renate sopravvissero ma separati l'uno dall'altra. Così accadde che René, evacuato prima della Liberazione, fu adottato da una famiglia in Cechia, mentre di Renate, rimasta ad Auschwitz, si prese cura una donna polacca. La bambina finì quindi in un orfanotrofio in Francia ed adottata da una famiglia negli Stati Uniti. Fu a quel punto che nel 1950 René fu rintracciato e ricongiunto alla sorella negli Stati Uniti.
* ''Olga & Vera Grossman'' (Cechia, 1938). Sopravvissero con la madre ma nelle difficili condizioni del dopoguerra furono mandate nel 1947 con un gruppo di orfani in Irlanda e quindi in Inghilterra. A 15 anni si riunirono alla madre in Israele.
 
* ''George & Paul Hadl'' ([[Budapest]], Ungheria, 9 feb 1938). Tra gli ultimi a giungere ad Auschwitz nel luglio 1944, alla loro madre fu permesso di rimanere con loro. Dopo la liberazione tornarono con la madre in Ungheria e quindi nel 1957 emigrarono negli Stati Uniti.
* ''Josef & Martha Kleinmann'' (Cechia, 1940). Dopo la liberazione un prigioniero, Smuel Grünfeld, si prese cura di lui portandolo con sé in Ungheria. Alla morte di lui la figlia lo adottò e Josef crebbe negli Stati Uniti come Peter Grünfeld. Della sorella, se sopravvisse, non se ne conosce la sorte.
 
* ''Hanka & Eva Traub'' (Vienna, Austria, 1939). Liberati ad Auschwitz, come altre coppie di gemelli rimasto orfani finirono in un orfanotrofio in Cecoslovacchia. Da lì nel marzo 1946 furono trasferiti in Inghilterra.
 
* ''Josef & Martha Kleinmann'' (Cechia, 1940). Dopo la liberazione un prigioniero, Smuel Grünfeld, si prese cura di lui portandolo con sé in Ungheria. Alla morte di lui la figlia lo adottò e Josef crebbe negli Stati Uniti come Peter Grünfeld. Della sorella, se sopravvisse, non se nesi conosce la sorte.
 
==Note==