Differenze tra le versioni di "Bambini di Mengele"

→‎Sopravvivenza e memoria: Aggiunta, sempre sulla base delle fonti citate.
(→‎Sopravvivenza e memoria: Aggiunta, sempre sulla base delle fonti citate.)
 
* ''Marc & Francesca Berkowitz'' (Cechia, 1932). Oltre che per i suoi esperimenti, Mengele utilizzò spesso Marc come fattorino e portaordini. Dopo la liberazione, fratello e sorella giunsero negli Stati Uniti con un gruppo di orfani.
 
* ''Miklosz & Tibor Bleier'' (Ungheria, 1932). Sottoposti entrambi a dolorosi esperimenti i due gemelli furono separati, convinti ciascuno di essere l'unico sopravvissuto. Ignari della sorte l'uno dell'altro, Miklosz emigrò in Israele, mentre Tibor visse in Ucraina. Si ritrovarono solo a 60 anni di distanza grazie ad una trasmissione televisiva, nell'ottobre del 2005 all'aeroporto di Kiev.
 
* ''Eva & Vera Weiss'' (Kosice, CZ, 1932). Eva e Vera furono evacuate dal campo nel gennaio 1945 e portate a Ravensbrück e quindi a Bergen-Belsen, dove furono liberate. Trascorsi due anni in un campo profughi in Svezia, emigrarono in Israele.
* ''Thomas & Peter Somogyi'' (Pecs, Ungheria, 14 apr 1933). I gemelli arrivarono con la loro famiglia ad Auschwitz il 9 luglio 1944. Poiché furono tra ultimi arrivati, non furono sottoposti ad esperimenti. Alla Liberazione fecero ritorno nella loro città natale dove furono raggiunti dal padre, anch'egli sopravvissuto a Dachau. Nel 1949 emigrarono in Israele e da lì in Inghilterra, Canada e Stati Uniti.
 
* ''Eva & Miriam Mozes'' (Romania, 1934). Presenti in una celebre fotografia di bambini sopravvissuti ad Auschwitz, rimaste orfane tornarono in Romania con unale gemelle Csengeri la cui madre si fece passare per loro zia. Nel 1950 Eva e Miriam emigrarono in Israele. Eva è stata autrice nel 2009 di un libro di memorie e la maggior animatrice dell'associazione C.A.N.D.L.E.S., fino alla sua morte nel 2019.
 
* ''Judith & Ruth Rosenbaum'' (Brasov, Romania, 25 mag 1934). La madre rimase con le due gemelle. La salute di Ruth deteriorò a causa del congelamento delle dita dei piedi e della tubercolosi. Morì in ospedale poco dopo la Liberazione. Judith e la madre tornarono in Romania e da lì emigrarono in Israele.
 
* ''[[Andra e Tatiana Bucci]]'' (Fiume, Italia, 1937, 1939). Andra e Tatiana non erano gemelle, ma la somiglianza tra le due sorelle suscitò l'interesse di Mengele. Liberate ad Auschwitz, Andra e Tatiana vissero in un orfanotrofio in Cecoslovacchia e furono quindi inserite in un gruppo di orfani inviati in Inghilterra nel marzo 1946. Solo nel dicembre del 1946 le due sorelle poterono riunirsi alla madre, anch'essa sopravvissuta ai campi di concentramento, e al padre, prigioniero di guerra.
 
* ''Yehudit & Lea Csengeri'' (Romania, 6 giu 1937). Giunte a [[Auschwitz]] con i Mozes, le due gemelle sopravvissero con la madre fino alla liberazione del campo. Tornarono in Romania portandosi con sé anche le gemelle Mozes. Ritrovato il padre, la famiglia emigrò in Palestina nel 1960.
 
* ''René & Renate Guttmann'' (Cechia, 21 dic 1937). Arrivati ad Auschwitz da [[Theresienstadt]] René & Renate sopravvissero ma separati l'uno dall'altra. Così accadde che René, evacuato prima della Liberazione, fu adottato da una famiglia in Cechia, mentre di Renate, rimasta ad Auschwitz, si prese cura una donna polacca. La bambina finì quindi in un orfanotrofio in Francia ed adottata da una famiglia negli Stati Uniti. Fu a quel punto che nel 1950 René fu rintracciato e ricongiunto alla sorella negli Stati Uniti.