Differenze tra le versioni di "Bambini di Buchenwald"

(→‎(a) Presenti al campo al momento della Liberazione: Completo le notazioni biografiche.)
* [[Armand Bulwa]] (n.1929), ebreo polacco. Proveniente dal [[Ghetto di Lodz]] e altri campi. Dopo la Liberazione, è tra gli orfani accolti in Francia. Autore nel 2020 di un libro di memorie.
* [[Elie Buzyn]] (n.1929), ebreo polacco. Proveniente dal [[Ghetto di Lodz]]. Dopo la Liberazione, è tra gli orfani accolti in Francia. Autore nel 2019 di un libro di memorie.
* [[Chaim Finkelstajn]] (/ Charles Finkel, (n.1929), ebreo polacco. Dopo la Liberazione, assieme al fratello Jacub (Jacques) è tra gli orfani accolti in Francia.
* [[Thomas Geve]] (n.1929), ebreo tedesco. Deportato a [[Auschwitz]]. Dopo la Liberazione, è tra gli orfani accolti in Svizzera. Può riunirsi al padre, emigrato in Inghilterra prima della guerra. Emigra nel 1950 in Israele. E' autore nel 1958 di uno dei primi libri di memorie dell'Olocausto.
* Idel Goldblum / [[George Goldbloom]] (Idel Goldblum, 1929-2005), ebreo polacco. Proviene dal [[ghetto di Lodz]]. Dopo la Liberazione, è tra gli orfani accolti in Francia. Emigra negli Stati Uniti.
* Jerry Kapelus (Jakob Kapelusz / Jerry Kapelus (n.1929), ebreo polacco. Proviene dal [[ghetto di Lodz]]. Dopo la Liberazione, è tra gli orfani accolti in Francia. Emigra negli Stati Uniti e Canada.
* [[Imre Kertész]] (1929-2016), ebreo ungherese. Proveniente da [[Auschwitz]]. Dopo la Liberazione, ritorna in Ungheria. Scrittore, Premio Nobel per la Letteratura nel 2002.
* [[Irving Roth]] (n.1929), ebreo slovacco. Proveniente da [[Auschwitz]]. Dopo la Liberazione, si ricongiunge ai genitori, sopravvissuti in clandestinità. Con loro emigra negli Stati Uniti. Autore di un libro di memorie.
 
* [[Salek Finkelstein]] (n.1931), ebreo polacco. Dopo la Liberazione, è tra gli orfani accolti in Francia.
* [[RobbieAlex Waisman]]Moskovic (Romek Wajsman, n.1931-2019), ebreo polaccoslovacco. Proveniente dalda ghetto di Skarzysko[[Auschwitz]]. Dopo la Liberazione, èemigra tranegli gliStati orfani accolti in FranciaUniti. Emigra in Canada nel 1948. Autore nel 2021 di un libro di memorie.
* Romek Wajsman / [[Robbie Waisman]] (n.1931), ebreo polacco. Proveniente dal ghetto di Skarzysko. Dopo la Liberazione, è tra gli orfani accolti in Francia. Emigra in Canada nel 1948. Autore nel 2021 di un libro di memorie.
 
* Jakub Finkelstajn (/ Jasques Finkel, (n.1932), ebreo polacco. Dopo la Liberazione, assieme al fratello Chaim (Charles) è tra gli orfani accolti in Francia.
 
* Jerzy Jakubowicz (/ George Jacobs, (n.1934), ebreo polacco. Proveniente dal [[ghetto di Piotrkow]]. Sopravvive a Buchenwald con il fratello minore, Stefan (Stephen). Sono tra i bambini accolti in Svizzera, dove si ricongiungono ai loro genitori, anch'essi sopravvissuti alle deportazioni.
* Martin Schiller (n.1934), ebreo polacco. Con il fratello Paul proviene da vari campi di lavori. Dopo la liberazione si riuniscono alla madre in Polonia per emigrare quindi negli Stati Uniti. Martin è autore di un libro di memorie.
* Michael Ulrich (n.1934), ebreo polacco. Proveniente dal [[ghetto di Varsavia]]. Dopo la Liberazione a Buchenwald è tra gli orfani accolti in Svizzera. Emigra nel giugno 1946 in Israele.
 
* [[Izio Rosenman]] (n.1935), ebreo polacco. Dopo la Liberazione, è tra gli orfani accolti in Francia.
* [[David Perlmutter]] (n.1937), ebreo polacco. Proveniente dal [[ghetto di Lodz]]. Dopo la Liberazione, è tra gli orfani accolti in Francia. Autore nel 2019 di un libro di memorie.
 
* Stefan Jakubowicz (/ Stephen Jacobs, (n.1939), ebreo polacco. Proveniente dal [[ghetto di Piotrkow]]. Sopravvive a Buchenwald con il fratello maggiore, Jerzy (George). Sono tra i bambini accolti in Svizzera, dove si ricongiungono ai loro genitori, anch'essi sopravvissuti alle deportazioni.
 
* [[Joseph Schleifstein]] (n.1941), ebreo polacco. Proveniente dal [[ghetto di Sandomierz]], giunge e sopravvive al campo assieme al padre.