Carta tecnica regionale: differenze tra le versioni

generalità che stanno bene in sezione iniziale
m (rimuovo suddivisione)
Etichette: Modifica visuale Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica da mobile avanzata
(generalità che stanno bene in sezione iniziale)
La '''carta tecnica regionale''' (abbreviato '''CTR''') è un tipo di [[carta topografica]] prodotto dalle [[regioni italiane]] per rappresentare il proprio territorio. Sono chiamate carte "tecniche" in quanto rappresentano gli elementi senza modificarne dimensioni e posizione, ma mostrandone l'effettiva proiezione. Oggetti come edifici e strade sono rappresentati quindi con la vera forma del loro perimetro visto dall'alto, e non sostituendoli con dei simboli convenzionali. Si tratta infatti di una cartografia con una [[scala di rappresentazione|scala]] abbastanza grande da apprezzare questi dettagli; le scale standard sono 1:{{formatnum:5000}} e 1:{{formatnum:10000}}, ma si arriva anche a scale maggiori. Ciò le rende carte adatte alle attività di [[progettazione]] di opere estese sul territorio e di pianificazione [[urbanistica]], da cui il nome di carte tecniche. Sono adatte anche a fare da base per vari tipi di [[Carta tematica|carte tematiche]].
La '''carta tecnica regionale''' (abbreviato '''CTR''') è un tipo di [[carta topografica]] prodotto dalle [[regioni italiane]] per rappresentare il proprio territorio.
 
Nel caso di cartografia prodotta in formato digitale, come [[Shapefile]] o [[AutoCAD DXF]], si parla anche di '''carta tecnica numerica''' o '''carta tecnica regionale numerica''' ('''CTRN''')<ref>{{cita testo|titolo=CARTA TECNICA NUMERICA - C.T.R. 1:10.000|url=http://www.ambiente.marche.it/Territorio/Cartografiaeinformazioniterritoriali/Archiviocartograficoeinformazioniterritoriali/Cartografie/CARTATECNICANUMERICA110000.aspx|editore=Regione Marche|accesso=8 gennaio 2018}}</ref><ref>{{cita testo|titolo=Carte numeriche regionali|url=http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/ambiente-territorio/strumenti-per-conoscere/FOGLIA4/FOGLIA1/|editore=Regione Friuli-Venezia Giulia|accesso=10 dicembre 2013|urlmorto=sì|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20140131044401/http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/ambiente-territorio/strumenti-per-conoscere/FOGLIA4/FOGLIA1/|dataarchivio=31 gennaio 2014}}</ref>.
 
== DescrizioneInquadramento ==
Sono chiamate carte "tecniche" in quanto rappresentano gli elementi senza modificarne dimensioni e posizione, ma mostrandone l'effettiva proiezione. Oggetti come edifici e strade sono rappresentati quindi con la vera forma del loro perimetro visto dall'alto, e non sostituendoli con dei simboli convenzionali. Si tratta infatti di una cartografia con una [[scala di rappresentazione|scala]] abbastanza grande da apprezzare questi dettagli; le scale standard sono 1:{{formatnum:5000}} e 1:{{formatnum:10000}}, ma si arriva anche a scale maggiori. Ciò le rende carte adatte alle attività di [[progettazione]] di opere estese sul territorio e di pianificazione [[urbanistica]], da cui il nome di carte tecniche. Sono adatte anche a fare da base per vari tipi di [[Carta tematica|carte tematiche]].
 
L'inquadramento delle CTR, ovvero il reticolo utilizzato per suddividere il territorio italiano in singole tavole cartografiche, si basa sulla ''Carta d'Italia'' ufficiale prodotta dall'[[Istituto Geografico Militare]]. In particolare la ''serie 50'' della Carta d'Italia è costituita da 652 fogli in scala 1:{{formatnum:50000}}, numerati progressivamente a partire da nord e da ovest, che rappresentano ciascuno un rettangolo di 20'×12' (in [[Primo (geometria)|primi]] di [[longitudine]] e [[latitudine]]).
Per determinare i bordi delle singole CTR, i fogli 1:{{formatnum:50000}} nazionali vengono suddivisi in 4×4 ottenendo da ciascuno 16 "sezioni" in scala 1:{{formatnum:10000}}, che costituiscono aree di 5'×3' allineate con [[meridiani]] e [[paralleli]]. Le sezioni vengono ulteriormente suddivise in 2×2 ottenendo 4 "elementi" in scala 1:{{formatnum:5000}}, ovvero aree di 2'30"×1'30".