Differenze tra le versioni di "Ratnasaṃbhāva"

m
Bot: numeri di pagina nei template citazione
m (Bot: numeri di pagina nei template citazione)
La prima menzione documentata di Ratnasambhava si trova nel ''[[Suvarṇaprabhāsa Sūtra]]'' e nel [[Guhyasamāja Tantra]] ([[IV secolo]] d.C.), e successivamente appare in numerosi testi Vajrayana. Il resoconto più elaborato su di lui si trova nella sezione ''Pañcakara'' dell'''Advayavajrasaṃgraha.''
 
Ratnasambhava è anche menzionato come uno dei Buddha degni di lode nel ''[[Kṣitigarbhasūtra|Kṣitigarbha Bodhisattva Pūrvapraṇidhāna Sūtra]]'', capitolo 9:<ref>{{Cita libro|autore=Shih|nome=Tao-tsi|titolo=The Sutra of Bodhisattva Ksitigarbha's Fundamental Vows|ed=2nd|editore=Sutra Translation Committee of the United States and Canada|ppp=63}}</ref> "Di nuovo nel passato, incommensurabili ''[[kalpa]]'' fa, tanti quanti i grani di sabbia nel [[Gange]], apparve nel mondo un Buddha che portava il titolo di Ratnasambhava Tathāgata. Ogni uomo o donna, udendo il nome del Buddha e mostrandogli rispetto, sarebbe diventato un [[Arhat]]".
 
== Caratteristiche ==
3 237 291

contributi