Differenze tra le versioni di "Casotti de Mazzoleni"

m (smistamento lavoro sporco e fix vari using AWB)
 
== Zovanino Casotti ==
Zovanino era fratello di Paolo con il quale condivise l'attività commerciale. Insieme edificarono due palazzi simili e continui nella vicinia di sant'Antonio. Il primo atto che documenta l'attività di Zovanino risale 12 agosto 1507 per l'acquisto di una proprietà di Pompeo di Bruno Alessandri, identificata al civico 76 di via Pignolo. Il fabbricato fu poi rivenduto a Balsarino di Marco Angelini, che lo alienò ai cugini Zanarino e Bartolomeo. Il 28 agosto del medesimo anno lo Zovanino acquistò il fabbricato di Marco Antonio Negro Roncalli con il quale c'erano rapporti di parentela, identificata al civico numero 72, fece testimone all'atto Michele di Pecino Moroni.
[[File:Lotto, Lorenzo - Husband and Wife.jpg|upright=1.6|thumb|[[Lorenzo Lotto]] - ritratto di figlia di Zovanino Casotti]]
 
Zananino aveva sposato Margherita Arrigoni dalla quale ebbe 4 figli, due maschi e due femmine. La figlia Caterina nel 1510 andò in sposa a Aurelio detto Carlino di Masnada dei Personeni, socio del padre, la sorella Apollonia sposò Alessio Agliardi, il figlio Gianmaria nel 1490 sposò Laura figlia di Pietro Assonica che fu il cronista dei fatti accorsi dopo la battaglia di Agnadello e di Caterina Gromo, in prime nozze e successivamente Eufrasina dei Nicolini. Il quarto figlio di Zovanino, Marsilio, sposò nel 1523 Fustina Assonica, della coppia il [[Lorenzo Lotto|Lotto]] ne farà un famoso ritratto.
500

contributi