Differenze tra le versioni di "Grandi città termali d'Europa"

nessun oggetto della modifica
 
== Origine ==
La [[Regione di Karlovy Vary]] in [[Repubblica CecaCechia]] è all'origine del progetto iniziale del [[2006]] di candidare le tre stazioni termali della [[Boemia]] occidentale, [[Karlovy Vary]], [[Mariánské Lázně]] e [[Františkovy Lázně]] a patrimoni mondiali dell'umanità.<ref>{{Cita web|url=http://whc.unesco.org/en/tentativelists/5378/|titolo=The West Bohemian Spa Triangle|sito=UNESCO|lingua=en}}</ref>
 
Successivamente, un'analisi comparata di svariati siti termali europei realizzata da una commissione consultiva di esperti internazionali, riuniti sotto l'egida dell'Istituto nazionale del patrimonio della Repubblica CecaCechia, ha portato nel 2011 alla scelta di stazioni termali suscettibili di essere integrate nella lista iniziale, che, da nazionale, divenne multinazionale, con il titolo di "''Significant European Spa Towns of the 19th Century''": alle tre città precedenti si aggiunsero [[Luhačovice]], [[Baden-Baden]], [[Spa (Belgio)]], [[Vichy]], [[Bath]] e [[Montecatini Terme]]. Furono quindi aggiunte [[Bad Ischl]], [[Baden bei Wien]], [[Bad Kissingen]], [[Bad Ems]], [[Bad Homburg vor der Höhe]], [[Wiesbaden]] e [[Bad Pyrmont]], e il nome del progetto fu modificato in "''Great Spas of Europe''" (grandi città d'acqua d'Europa). Un gruppo di lavoro internazionale, coordianto da una cabina di regia diretta da un rappresentante del ministro della Cultura della Repubblica cecaCechia, elaborò la documentazione destinata ad accompagnare la candidatura, presentata individualmente da ciascuno Stato coinvolto.<ref>{{Cita web|url=http://www.spaarch.cz/en/prubeh-a-stav-nominace|titolo=Progress and status of the nomination|lingua=en|accesso=28 aprile 2020|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20160612211056/http://www.spaarch.cz/en/prubeh-a-stav-nominace|dataarchivio=12 giugno 2016|urlmorto=sì}}</ref>
 
== Calendario delle candidature ==
Utente anonimo