Differenze tra le versioni di "Lucas Prado"

→‎Biografia: correzione
(→‎Biografia: apertura con fonte)
(→‎Biografia: correzione)
== Biografia ==
[[File:Friidrett 2012 - seremoni Menn 400 T11.JPG|thumb|Londra 2012, premiazione (con J. Savoyo e G. T. Makunda), 400m piani]].
Nel 2003 ha perso il 90 per cento della vista a causa di un [[distacco di retina]] (perderà anche il residuo rimasto nel 2006). Tenta di inserirsi nel [[calcio a 5 per ciechi]] e nel [[goalball]], ma si esprime assai più positivamente nella [[velocità (atletica leggera)|velocità]]. Ciò lo porta ai primi risultati nel 2006, ad [[Assen]], campionato mondiale paralimpico.<ref>{{Cita web|url=http://rededoesporte.gov.br/pt-br/megaeventos/paraolimpiadas/medalhistas/lucas-prado|titolo=Lucas Prado|lingua=pt|accesso=25 luglio 2021}}</ref>
 
È stato vincitore di tre medaglie d'oro ai [[XIII Giochi paralimpici estivi|Giochi paralimpici di Pechino 2008]] ed è il detentore del record del mondo nei [[100 metri piani]] T11 con il tempo di 11"19 e nei [[200 metri piani]] T11 con 22"48. Ha preso parte ai [[XIV Giochi paralimpici estivi|Giochi paralimpici di Londra 2012]] in quattro differenti specialità: [[100 metri|100 metri T11]], [[200 metri|200 metri T11]], [[400 metri|400 metri T11]] e [[staffetta 4×100 metri|staffetta 4×100 metri T11/T13]]<ref>{{cita web|url=http://www.london2012.com/paralympics/athlete/prado-lucas-5503041/|titolo=Scheda dell'atleta su www.london2012.com|lingua=en|accesso=27 agosto 2012|urlmorto=sì|urlarchivio=https://archive.is/20130411065032/www.london2012.com/paralympics/athlete/prado-lucas-5503041/|dataarchivio=11 aprile 2013}}</ref>, portando a casa due medaglie d'argento nei 100&nbsp;m e nei 400&nbsp;m insieme, rispettivamente, alle guide [[Justino Barbosa dos Santos]] e [[Laercio Alves Martins]].