Incidente dell'Altmark: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica visuale Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Nessun oggetto della modifica
[[File:HMSO Graf Spee cruise.jpg|thumb|left|La [[Crociera (marina militare)|crociera]] della [[Classe Deutschland (incrociatore)|corazzata tascabile]] ''[[Admiral Graf Spee]]'', seguita come [[Nave ausiliaria|nave appoggio]] dall'''Altmark'' dal 21 agosto al 6 dicembre 1939]]
 
All'inizio di agosto del 1939 Hitler aveva ordinato al [[Großadmiral]] [[Erich Raeder]] di dare il via alle cosiddette ''disposizioni previste dal piano di mobilitazione'' per le operazioni belliche nell'[[Oceanooceano Atlantico]] ede allo scopo le due petroliere ''Altmark'' e ''Westerwald'' avevano attraversato l'oceano facendo rotta verso [[Port Arthur (Texas)|Port Arthur]] in [[Texas]] per fare scorta di combustibile, imbarcando circa 10.000 [[Megagrammo|tonnellate]] di [[nafta]] ognuna. Il giorno 21 la [[Classe Deutschland (incrociatore)|corazzata tascabile]] ''[[Admiral Graf Spee]]'' salpò dal [[porto]] di [[Wilhelmshaven]], congiungendosi il 1º settembre, giorno di inizio della [[seconda guerra mondiale]], in un punto prestabilito con la petroliera, per rifornimento di combustibile e di viveri<ref>La medesima operazione fu compiuta dalla Westerwald con la corazzata tascabile [[Deutschland (incrociatore)|Deutschland]], salpata, sempre dal porto di Wilhelmshaven, tre giorni dopo la Graf Spee. V. Léonce Peillard, La Battaglia dell'Atlantico, 1992, Mondadori, pag. 18.</ref>.
 
L'''Altmark'', comandata dal [[capitano]] [[Heinrich Dau]], seguì la corazzata come [[Nave ausiliaria|nave appoggio]] durante la sua [[Crociera (marina militare)|crociera]], incontrandosi con essa una seconda volta, il 27 settembre, nei pressi dell'[[equatore]], una terza, il 14 ottobre, nell'Atlantico meridionale, una quarta, il 28 ottobre, nei pressi di [[Tristan da Cunha]], ede una quinta, il 6 dicembre, al largo di [[Walvis Bay]], per rifornirla e per trasbordare i prigionieri, [[marinai]] e [[Sottufficiale|sottufficiali]] che raggiunsero un totale di 299 uomini, delle navi nemiche, fermate e successivamente affondate dalla ''Graf Spee''. Dopo quest'ultimo incontro la nave rimase nel sud Atlantico per altri due mesi, eludendo le ricerche inglesi, e solo il 22 gennaio iniziò il viaggio di ritorno verso la [[Germania]]<ref name = historyofwar>http://www.historyofwar.org/articles/battles_altmark.html The Altmark incident, 16 February 1940 - accesso 19 aprile 2011</ref>, con una rotta che prevedeva il passaggio attraverso le [[Isole Fær Øer]] e l'[[Islanda]], e con il compito di rifornire i [[U-Boot|sommergibili]] che avrebbe incontrato lungo il percorso<ref>V. Enzo Biagi, La seconda guerra mondiale, vol. I, 1995, Fabbri Editori, pag. 174.</ref>.
 
== L'incidente ==
Il viaggio di ritorno dell<nowiki>'</nowiki>''Altmark'' verso la Germania si svolse secondo la rotta prevista senza incidenti ed essa fu avvistata solo il 14 gennaio da un [[Aereo da ricognizione|ricognitore]] britannico mentre si trovava a [[Punto cardinale|nord est]] delle Isole Fær Øer, con una rotta presunta in direzione della Norvegia. Informato della scoperta il [[Primo Lord dell'Ammiragliato]], e futuro [[Primo ministro del Regno Unito]], [[Winston Churchill]] dette immediatamente ordine ada una [[Squadra Navale|squadra]] di [[cacciatorpediniere]] di uscire alla sua ricerca, intercettarla, liberare i prigionieri ede affondarla. La squadra, comandata dal capitano [[Philip Vian]], che si trovava a bordo del [[HMS Cossack (F03)|HMS ''Cossack'']], seguì la rotta presunta dell'''Altmark'', raggiungendola nei pressi del limite delle acque territoriali della Norvegia, [[nazione]]Paese che in quel momento si trovava in condizione di neutralità; la petroliera tedesca, impossibilitata a fare rientro in Germania, data la maggiore velocità delle navi inglesi, si diresse all'interno dello Jøssingfjord, ritenendo che la posizione della Norvegia le avrebbe garantito protezione e libero passaggio secondo le convenzioni internazionali.
 
[[File:HMS Cossack.jpg|thumb|left|Il [[cacciatorpediniere]] [[Regno Unito|britannico]] [[HMS Cossack (F03)|HMS ''Cossack'']], autore, il 16 febbraio 1940, dell'abbordaggio alla [[petroliera]] [[Germania nazista|tedesca]] ''[[Altmark (nave)|Altmark]]'']]
[[File:Altmark in Jøssingfjord.jpg|thumb|right|Fotografia scattata dalla [[Aereo da ricognizione|ricognizione aerea]] [[Inghilterra|inglese]] che scoprì l'''[[Altmark (nave)|Altmark]]'' nello ''Jøssingfjord'']]
 
Le [[Diplomazia|diplomazie]] di Germania ede Regno Unito si rivolsero al [[governo]] di [[Oslo]], presentando le rispettive ragioni ede i tedeschi accettarono la salita a bordo dell'''Altmark'', nel frattempo sorvegliata da due [[Cannoniera|cannoniere]] norvegesi, delle autorità marittime locali che, ispezionata velocemente la nave, comunicarono che si trattava di "una petroliera disarmata e senza prigionieri a bordo" e che aveva ricevuto il permesso di proseguire il suo viaggio verso la Germania<ref>V. Salmaggi e Pallavisini, ''La seconda guerra mondiale'', 1989, Mondadori, pag. 175</ref>. In realtà i prigionieri erano stati nascosti in magazzini, nei ponti inferiori e in un deposito di nafta vuoto<ref name = historyofwar/>.
 
Il capitano Vian chiese istruzioni all'[[Ammiragliato (Regno Unito)|Ammiragliato]] ma il Primo Lord Churchill, in precedenza venuto a conoscenza che a bordo dell'''Altmark'' si trovavano i prigionieri britannici catturati a seguito degli affondamenti dovuti all'attività della ''Graf Spee''<ref>V. * AA.VV., Il terzo Reich, vol. Guerra sul Mare, 1993, H&W, pag. 55.</ref>, fu inflessibile e dette espressamente l'ordine di abbordare la nave tedesca: il Cossack si fece velocemente largo tra i [[Ghiaccio|ghiacci]] del [[fiordo]] per raggiungere la nave tedesca alla fonda ede il capitano Dau, impossibilitato a fuggire, tentò una manovra per speronare il cacciatorpediniere inglese che tuttavia fallì e la nave si arenò tra gli [[Scoglio|scogli]] permettendo, una volta immobilizzata, l'abbordaggio dei marinai inglesi che si s'impadronirono della nave dopo un breve scontro che causò 7sette morti ede altrettanti feriti tra i tedeschi e nessuna vittima tra i britannici.
 
Una volta terminata l'azione i prigionieri furono liberati e trasferiti sulla nave britannica per essere rimpatriati mentre l'''Altmark'' ede il suo [[equipaggio]] furono internati in Norvegia<ref>Il capitano Dau fece rientro in Germania ma ricadde qualche anno dopo in mano britannica durante un'azione, venendo giudicato colpevole da un Tribunale militare per i maltrattamenti subiti dai prigionieri, morendo suicida in carcere nel 1947. V. Enzo Biagi, op. cit., pag. 178.</ref> in attesa a loro volta di fare ritorno in Germania.
 
== Le conseguenze ==
[[File:Nazi-occupied Parliament of Norway 1941.jpg|thumb|right|[[Oslo]]: la [[bandiera]] [[Germania nazista|tedesca]] sventola sul [[Parlamento]] [[Norvegia|norvegese]] al termine della [[campagna di Norvegia]]]]
 
Il Governo norvegese protestò formalmente presso quello britannico a causa della violazione delle proprie acque territoriali ma sia il Regno Unito chesia la Germania accusarono a loro volta, per opposte ragioni, l'atteggiamento di Oslo: la prima fece presente l'atteggiamento "miope" del paese scandinavo, che evidentemente mostrava di ignorare la scarsa affidabilità di Hitler ede il pericolo di un'espansione a nord della Germania, mentre quest'ultima, dopo avere considerato eccessivamente blande le proteste della Norvegia, la l'accusò apertamente di connivenza con i britannici, a dispetto dei suoi propositi di neutralità.
 
Il [[Führer]] in realtà aveva già considerato l'idea di occupare militarmente la Norvegia, fondamentale a suo pensare per l'attacco al Regno Unito e come base per le navi ede i sommergibili per l'intercettazione dei [[Convoglio navale|convogli]] [[Alleati della seconda guerra mondiale|alleati]], ede altrettanto importante per l'importazione di [[ferro]] e di [[nichel]], tanto che nel 1939 aveva incontrato [[Vidkun Quisling]], fondatore nel 1933 della ''[[Nasjonal Samling]]'' (''Unità Nazionale''), di orientamento [[nazionalsocialismo| nazionalsocialista]], che gli aveva promesso la consegna dei porti del paese ede una completa collaborazione attraverso l'instaurazione di un Governogoverno filo tedesco.{{senza fonte}} L'incidente dell'''Altmark'' non fece altro che offrirgli il ''casus belli'' per dare il via a quella che avrebbe preso il nome di [[operazione Weserübung]] (''Unternehmen Weserübung''), ossia l'attacco alla [[Danimarca]] ede alla Norvegia, la cui preparazione delle direttive ebbe inizio tre giorni dopo l'incidente, il 19 febbraio, e completate ai primi di marzo per l'inizio delle operazioni che presero il via il 9 aprile e che si conclusero il giorno stesso per quanto riguarda la Danimarca, ede il 10 giugno con la resa della Norvegia.
 
== Note ==
Utente anonimo