Differenze tra le versioni di "Fiore Sardo"

m
corretto errore di battitura
(→‎Origini e cenni storici: Correzzione di alcune imprecisioni)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
m (corretto errore di battitura)
 
== Origini e cenni storici ==
Prodotto secondo antiche tecniche di lavorazione artigianale, il Fiore Sardo ha da ricondurre la sua orgineorigine al paese di [[Gavoi]] in provincia di [[Nuoro]], deve il nome all'impiego, ormai desueto, di stampi in legno di castagno o di perastro sul cui fondo era scolpito un fiore simile all’asfodelo o alla rosa peonia (accompagnato spesso dalle iniziali del produttore) che marchiava le facce delle forme.<ref name=":0">{{Cita web|url=http://www.sardegnaagricoltura.it/index.php?xsl=443&s=45051&v=2&c=3592|titolo=Sardegna Agricoltura - Argomenti - Prodotti tipici e di qualità - DOP e IGP|sito=www.sardegnaagricoltura.it|accesso=27 agosto 2016}}</ref><ref name=":1">{{Cita web|url=http://www.fondazioneslowfood.com/it/presidi-slow-food/fiore-sardo-dei-pastori/|titolo=Fiore sardo dei pastori - Presìdi Slow Food - Fondazione Slow Food|accesso=27 agosto 2016}}</ref>
 
La sua origine è molto antica, risalente alla civiltà nuragica precedente la dominazione dell'[[Civiltà romana|Antica Roma]]<ref name=":2">Scheda guida per la produzione della DOP "Fiore Sardo" registrata in ambito U.E. con Reg. (CE) n.1263 del 1º luglio 1996</ref>, e nell'isola rappresentò il formaggio di maggior produzione sino all'avvento delle industrie casearie del [[Pecorino Romano]] alla fine del XIX secolo.<ref name=":1" />
40 611

contributi