Differenze tra le versioni di "Pan paniscus"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  2 mesi fa
→‎Intelligenza: Corretto errore di battitura
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Ripristino manuale
(→‎Intelligenza: Corretto errore di battitura)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile Modifica da applicazione Android
=== Intelligenza ===
[[File:Bonobos Kanzi and Panbanisha with Sue_Savage-Rumbaugh.jpg|thumb|I bonobo Kanzi (C) e Panbanisha (R) con Sue Savage-Rumbaugh e la "tastiera" dei simboli]]
I bonobo sono in grado di superare il [[Test dello specchio|test di riconoscimento allo specchio per la consapevolezza di sé]],<ref>{{Cita pubblicazione|titolo=Minding the Animals: Ethology and the Obsolescence of Left Humanism |cognome=Best |nome=Steven |volume=5 | rivista = The International Journal of Inclusive Democracy |url=http://www.inclusivedemocracy.org/journal/vol5/vol5_no2_best_minding_animals_PRINTABLE.htm |accesso = 8 febbraio 2012 |urlmorto=sì |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20120421115143/http://www.inclusivedemocracy.org/journal/vol5/vol5_no2_best_minding_animals_PRINTABLE.htm |dataarchivio=21 aprile 2012 }}</ref> come tutte le [[Hominidae|grandi scimmie]]. Comunicano principalmente attraverso mezzi vocali, sebbene i significati delle loro vocalizzazioni non siano ancora noti. Tuttavia, la maggior parte degli esseri umani comprende le loro espressioni facciali<ref name="BonoboDNA">{{Cita web | url = http://www.colszoo.org/animalareas/aforest/bonobo.html | titolo = Columbus Zoo: Bonobo | accesso =1º agosto 2006 |urlarchivio= https://web.archive.org/web/20060502101116/http://www.colszoo.org/animalareas/aforest/bonobo.html |dataarchivio= 2 maggio 2006}}</ref> e alcuni dei loro gesti naturali, come l'invito a giocare. Il sistema di comunicazione dei bonobo selvatici include una caratteristica che in precedenza era conosciuta solo negli esseri umani: i bonobo usano lo stesso richiamo per indicare cose diverse in situazioni diverse, e gli altri bonobo devono tenere conto del contesto quando determinano il significato.<ref name="BBC News">{{Cita news | url = https://www.bbc.com/news/science-environment-33731444 | titolo = Bonobo squeaks hint at earlier speech evolution | accesso = 5 agosto 2015 }}</ref> Due bonobo al Great Ape Trust, [[Kanzi]] e Panbanisha, hanno imparato a comunicare usando una tastiera etichettata con lessigrammi (simboli geometrici) e possono rispondere alle frasi pronunciate. Il vocabolario di Kanzi consiste di più di 500 parole inglesi<ref>{{Cita web|url=http://www.greatapetrust.org/bonobo/meet/kanzi.php | titolo = Meet our Great Apes: Kanzi | accesso = 28 settembre 2008 |urlarchivio= https://web.archive.org/web/20080630201101/http://www.greatapetrust.org/bonobo/meet/kanzi.php|dataarchivio= 30 giugno 2008}}</ref> e ha una comprensione di circa 3000 parole inglesi parlate.<ref>{{Cita pubblicazione|autore=Raffaele, P. |anno=2006|titolo=Speaking Bonobo|url=http://www.smithsonianmag.com/science-nature/10022981.html|rivista=Smithsonian|accesso = 28 settembre 2008 }}</ref> Kanzi può anche imparare osservando le persone che cercano di insegnare a sua madre; Kanzi iniziò a svolgere i compiti che a sua madre venivano insegnati semplicemente guardando, alcuni dei quali sua madre non era riuscita ad imparare. Alcuni, come il [[filosofo]] e [[Bioetica|bioetico]] [[Peter Singer]], sostengono che questi risultati qualifichino i bonobo per i "[[Diritto alla vita|diritti alla sopravvivenza e alla vita]]"- diritti che gli esseri umani teoricamente accordano a tutte le [[Persona (filosofia)|persone]]. Negli anni '90, a Kanzi fu insegnato a creare e usare semplici strumenti di pietra. Ciò è il risultato di uno studio condotto dai ricercatori Kathy Schick e Nicholas Toth, e più tardi Gary Garufi. I ricercatori volevano vedere se Kanzi possedesse le capacità cognitive e biomeccaniche necessarie per creare e utilizzare strumenti di pietra. Sebbene Kanzi fosse in grado di fare ciò, non li creò allo stesso modo diin cui lo avrebbe fatto un umano, ma scagliò la pietra datagli contro una superficie dura o contro un altro ciottolo, il che gli permise di produrre una forza maggiore per iniziare una frattura invece di spezzarlo tra le mani.<ref>{{Cita pubblicazione | titolo=Continuing Investigations into the Stone Tool-making and Tool-using Capabilities of a Bonobo (''Pan paniscus'')| rivista = Journal of Archaeological Science | pp=821-832|doi=10.1006/jasc.1998.0350}}</ref>
 
Come in altre grandi scimmie, nei bonobo è presente l'affiliazione di terzi verso la vittima - il contatto affine verso il destinatario di un'aggressione da parte di un membro del gruppo diverso dall'aggressore.<ref>{{Cita pubblicazione | autore = Palagi E| titolo = Reconciliation and consolation in captive bonobos (''Pan paniscus'') |anno= 2004| rivista = Am J Primatol | pp = 15-30 |doi=10.1002/ajp.20000 }}</ref> Uno studio del 2013<ref>{{Cite pubblicazione | autore = Palagi E | titolo = Bonobos Protect and Console Friends and Kin |anno = 2013| rivista = PLOS ONE | pp = e79290 |doi = 10.1371/journal.pone.0079290|pmid= 24223924|bibcode= 2013PLoSO...879290P }}</ref> ha rilevato che sia l'affiliazione offerta spontaneamente da un astante alla vittima sia l'affiliazione richiesta dalla vittima (affiliazione sollecitata) possono ridurre la probabilità di un'ulteriore aggressione da parte dei membri del gruppo sulla vittima (questo fatto l'ipotesi della protezione della vittima). Tuttavia, solo l'affiliazione spontanea riduceva l'ansia della vittima, suggerendo così non solo che l'affiliazione non sollecitata abbia una funzione consolatoria, ma anche che il gesto spontaneo - più della protezione stessa - lavori come calmante per il soggetto angosciato. Gli autori ipotizzano che la vittima possa percepire l'autonomia motivazionale dello spettatore, che non necessita di un invito a fornire un contatto affine post conflitto. Inoltre, l'affiliazione spontanea - ma non sollecitata - a terze parti è stata influenzata dal legame tra consolatore e vittima (questo a sostegno dell'ipotesi della consolazione). È importante sottolineare che l'affiliazione spontanea ha seguito il gradiente empatico descritto per gli esseri umani, essendo per lo più offerta a parenti, poi amici, poi conoscenti (queste categorie sono state determinate utilizzando tassi di affiliazione tra individui). Quindi, la consolazione nel bonobo può essere un fenomeno basato sull'empatia.
656

contributi