Differenze tra le versioni di "Disturbo depressivo"

-spam
m (corretto inserimento link secondo linee guida)
(-spam)
Etichetta: Ripristino manuale
# ''[[Distimia]] (o disturbo distimico)'': presenza di umore cronicamente depresso, per un periodo di almeno due anni. In questo caso i sintomi depressivi, nonostante la loro cronicità, sono meno gravi e non si perviene mai a un episodio depressivo maggiore.
# ''[[Disturbo dell'adattamento]]'': è conseguenza di uno o più fattori [[Stress (medicina)|stressanti]] e si manifesta in genere entro tre mesi dall'inizio dell'evento con grave disagio psicologico e compromissione sociale. Solitamente eliminato il fattore di stress, tale depressione scompare entro sei mesi.
# ''[[Depressione post-partum]]'': disturbo dell'umore che colpisce il 10-20% delle donne nel periodo immediatamente successivo al parto e che può dar luogo a sintomi quali ansia, depressione, mancanza di appetito, alterazione del ritmo sonno/veglia<ref>{{Cita web|url=https://www.istitutobeck.com/depressione/depressione-nelle-donne/depressione-post-partum-sintomi-cause|titolo=Quali sono i Sintomi e le Cause della Depressione post partum? Cos’è e cosa fare?}}</ref>. Circa il 6% di donne con sintomi depressivi lievi può sviluppare un disturbo di '''[https://www.istitutobeck.com/depressione/depressione-nelle-donne/depressione-post-partum-sintomi-cause depressione maggiore].''' Nelle prime settimane dopo il parto, si preferisce parlare di ''[[baby blues]]'', disturbo piuttosto diffuso e che non necessariamente si trasforma in depressione post-partum.
# ''Depressione mascherata'': si manifesta principalmente con sintomi cognitivi, somatici o comportamentali, a dispetto di quelli [[affettività|affettivi]]. In realtà vengono semplicemente amplificati aspetti non affettivi della depressione. Da un punto di vista diagnostico e clinico, la depressione mascherata era in voga tra il 1925 e il 1980. Oggi, nell'autorevole ICD-10 (''Classificazione Statistica Internazionale delle Malattie e dei Problemi Sanitari Correlati)'' appare come "depressione con sintomi somatici" mentre è assente del tutto dal Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali. Si tratta di una forma di "depressione endogena" in cui disagi psicologici si riflettono sul piano fisico dando vita a una serie di sintomi psicosomatici che non comprendono i classici sintomi causati dalla depressione.
# ''Depressione secondaria'': depressione dovuta ad altre malattie psichiatriche, malattie neurologiche, organiche o a farmaci. Spesso infatti molte malattie o sindromi mostrano, in virtù dell'[[unità psicofisica]], come primi sintomi o sintomi associati variazioni del tono dell'umore, fra le quali:
* La ''depressione atipica'' è caratterizzata da reattività dell'umore ([[anedonia]] paradossale) e positività, significativo aumento di peso o aumento dell'appetito, sonno eccessivo o sonnolenza ([[ipersonnia]]), una sensazione di pesantezza agli arti conosciuta come "paralisi di piombo" e significativa riduzione di valore sociale, come conseguenza di ipersensibilità al rifiuto interpersonale percepito.
* La ''depressione [[catatonia|catatonica]]'' è una forma rara e grave di depressione maggiore che coinvolge disturbi del comportamento motorio e altri sintomi. L'individuo appare muto e quasi [[Sopore (medicina)|soporoso]], rimane immobile o mostra movimenti senza uno scopo o addirittura bizzarri. Sintomi catatonici si verificano anche nella [[schizofrenia]] o durante gli episodi maniacali o possono essere causati da [[sindrome neurolettica maligna]].
* ''Disturbi della [[depressione post-partum]]'' o associati con il [[puerperio]], non classificati altrove. Ci si riferisce alla intensa depressione prolungata e talvolta invalidante, vissuta dalle donne dopo il parto. La depressione post-partum ha un tasso di [[incidenza (epidemiologia)|incidenza]] del 10-15% tra le neo mamme, può dar luogo a sintomi quali ansia, depressione, mancanza di appetito, alterazione del ritmo sonno/veglia. Circa il 6% di donne con sintomi depressivi lievi può sviluppare un disturbo di '''depressione maggiore''' <ref>{{Cita web|url=https://www.istitutobeck.com/depressione/depressione-nelle-donne/depressione-post-partum-sintomi-cause|titolo=Quali sono i Sintomi e le Cause della Depressione post partum? Cos’è e cosa fare?|autore=Dott.ssa Mariangela Ferrone|sito=https://www.istitutobeck.com/staff-member/dott-ssa-mariangela-ferrone}}</ref>. Il DSM-IV stabilisce che, al fine di qualificarla come depressione post-partum, l'esordio deve verificarsi entro un mese dal parto. È stato determinato che la depressione post-partum possa durare fino a tre mesi.
* ''Disturbo affettivo stagionale'' (SAD) è una forma di depressione in cui gli episodi depressivi si acutizzano in autunno o in inverno per poi risolversi in primavera. La diagnosi viene fatta se almeno due episodi si sono verificati nei mesi freddi, con nessuno in altri momenti, per un periodo di due o più anni.
Secondo il più recente [[Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali#Cambiamenti proposti nel DSM-5|DSM 5]], pubblicato nel maggio del 2013, alcune "categorie" classificative della depressione sono state modificate, tra queste è stata inserita la categoria diagnostica di disregolazione del temperamento con [[disforia]] ''(temper dysregulation with dysphoria, TDD)'', all'interno della sezione dei Disturbi dell'umore.
60 190

contributi