Differenze tra le versioni di "Fobia sociale"

-spam
m (rimozione cat inesistenti: già presente Categoria:Disturbi d'ansia)
Etichetta: Annullato
(-spam)
Etichetta: Ripristino manuale
| MeshNumber =
}}
Il '''disturbo d'ansia sociale''', detto anche '''sociofobia''' o '''fobia sociale''', è la [[paura]] intensa e pervasiva di trovarsi in una particolare situazione sociale, o di eseguire un tipo di prestazione, {{chiarire|che non siano, a chi ne è affetto, familiari e da cui possa derivare la possibilità di subire un giudizio altrui.|Poco chiaro}}<ref>{{Cita libro|autore=|titolo=DSM-IV. Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali|editore= Masson|anno=}}</ref>
 
Si tratta di un particolare [[Ansia|stato ansioso]] nel quale il contatto con gli altri è segnato dalla paura di essere malgiudicati e dalla paura di comportarsi in maniera imbarazzante ed umiliante. La fobia sociale spinge il soggetto ad evitare situazioni inspiacevoli, cui si sente sottoposto al giudizio di altre persone. Chi soffre di questo disturbo infatti convive conaumenta il terrore di essere deriso, di sentirsi inadeguato o di venire ridicolizzato in qualsiasi situazione sociale, al punto da perdere la reale percezione di sé chedisagio diventanel svalutantecaso edebba catastroficaaffrontarle.
 
In particolare l'ansia generalizzata può presentarsi in occasione di incontri, formali o informali, con conoscenti oppure con persone dell'altro sesso, che aumentano l'ansia anticipatoria, soprattutto laddove ci sia attrazione sentimentale o sessuale.<ref>{{Cita web|url=https://www.istitutobeck.com/ansia-disturbi-ansia/ansia-sociale|titolo=Ansia sociale|sito=Istituto A.T.Beck|lingua=it-IT|accesso=2021-08-04}}</ref>
 
==Descrizione==
Questo disturbo insorge solitamente nell'[[infanzia]] o nell'[[adolescenza]], raramente dopo i 30 anni. Si caratterizza per una paura marcata e persistente nell'affrontare molte situazioni sociali o prestazionali, nell'interazione con gli altri o anche semplicemente nell'essere osservati in qualche situazione, tutto ciò fino al punto da interferire in maniera decisa sulla vita giornaliera. È una sorta di “[[vergogna]] del proprio essere” in pubblico, accompagnata dalla paura di rivelare agli altri i propri sintomi di ansia, ad esempio tremando, balbettando, arrossendo in viso o mostrandosi impacciati nei movimenti. Le persone affette da questa [[patologia]] comprendono quanto le loro paure sono esagerate o irrazionali ma, nonostante ciò, non riescono in alcun modo a controllarle e sperimentano una enorme apprensione nell'affrontare le situazioni sociali temute.
 
A differenza della semplice [[timidezza]], nella fobia sociale l'[https://www.istitutobeck.com/ansia-disturbi-ansia ansia] tende ad essere anticipatoria manifestandosi anche molto tempo prima delle situazioni temute. A causa di questo i pazienti tendono ad isolarsi socialmente e giungono così ad adottare un [[comportamento]] di evitamento, tipico delle sindromi [[fobia|fobiche]]. L'evitamento tende a cronicizzare il disturbo poiché riduce il livello di [[autostima]] e alimenta i sentimenti di inferiorità e di inadeguatezza. È anche importante notare che le persone che manifestano precocemente la fobia sociale sono svantaggiate: l'evitamento delle situazioni sociali rende arduo vivere numerose ed utili esperienze che contribuiscono alla maturità sociale e relazionale.
 
La fobia sociale interferisce con le [[relazioni interpersonali]], con gli studi scolastici e con il [[lavoro]]: chi ne soffre spesso ha scarse [[amicizia|amicizie]] e inoltre sceglie, per quanto possibile, attività lavorative che prevedono una scarsa interazione con altre persone (che talvolta può essere tuttavia accettata da alcuni fobici se si tratta di pochi individui o quando si è in posizione di superiorità professionale). Sono frequenti le [[comorbilità]] con la [[disturbo depressivo|depressione]], il [[attacco di panico|disturbo da attacchi di panico]], il [[disturbo ossessivo-compulsivo]], il [[disturbo evitante di personalità]], il [[disturbo schizotipico di personalità]], la [[sindrome di Asperger]] e [[alcolismo|l'abuso di alcolici]] e altre [[stupefacente|sostanze psicotrope]] (nel vano tentativo di auto-curare il disturbo alleviando l'ansia sociale, ma col rischio di sviluppare una [[tossicodipendenza]]).
 
== Terapie medico-psicologiche ==
IlPer trattamentocercare dei disturbi d'ansia e anche perdi contrastare la fobia sociale prevedesono l'impiegoattualmente diutilizzati diversidifferenti approcci, talvolta usati singolarmente, talvolta unitamente. Approcci come la [[psicoterapia]], la terapia farmacologica, trattamenti naturali o, oggi molto utilizzati, interventi clinico-sanitari di tipo psicologico puro quali la riabilitazione funzionale (senza uso di psicofarmaci e senza psicoterapia).
 
Tra i trattamenti più utilizzati si può notare la [[psicoterapia cognitivo-comportamentale]], volta a modificare sia lo stile di [[pensiero]] che il comportamento. Questo tipo di psicoterapia può essere eseguita anche in gruppo e spesso viene abbinata a psicofarmaci.
60 190

contributi