Differenze tra le versioni di "Lingua norvegese"

nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica visuale
}}
 
Il '''norvegese''' ('''in norvegese: ''norsk''''') è una [[Lingua (linguistica)|lingua]] appartenente al sottogruppo delle [[lingue germaniche settentrionali]], del gruppo delle [[lingue germaniche]] e della famiglia delle [[lingue indoeuropee]].
 
Il norvegese si caratterizza per il fatto di possedere due diverse forme scritte, entrambe usate ufficialmente in Norvegia: il [[bokmål]] e il [[nynorsk]].
* Il Bokmålbokmål (''lingua dei libri'') viene usato dalla maggioranza della popolazione ed è basato sul [[Lingua danese|danese]] scritto. Il [[Lingua danese|danese]], infatti, fu idioma ufficiale in [[Norvegia]] per molti secoli durante l'[[unione personale]] con la [[Danimarca]] (vedi anche: [[Storia della Norvegia]]).
* Il Nynorsknynorsk (''nuovo norvegese''), usato dal resto della popolazione, è stato creato da [[Ivar Aasen]] dall'unione di molti dialetti rurali norvegesi, soprattutto delle aree della costa occidentale.
 
La definizione di «lingua» nel contesto norvegese è abbastanza diversa da quella che si assume nel [[lingue romanze|mondo romanzo]]; ad esempio per «lingua italiana» si intende una certa forma scritta, da pronunciarsi in un certo modo; eventuali deviazioni sono considerate errori, imperfezioni o dialetti locali. In norvegese, sia Bokmål che Nynorsk sono considerate «norvegese». Inoltre l'uso di un [[dialetto]], inteso come [[Varietà (linguistica)|varietà]] locale della lingua, è comunemente accettato, pure nello spazio pubblico (discorsi politici, lezioni universitarie, eccetera), e anch'esso viene considerato pienamente «norvegese».
I comuni norvegesi possono decidere indipendentemente se usare principalmente l'una o l'altra forma come forma scritta ufficiale. Molti comuni (tra cui molti di grandi dimensioni, come [[Oslo]]) decidono di rimanere però neutrali e usare sia il [[bokmål]] che il [[nynorsk]].
 
== Alfabeto, dittonghi e pronuncia ==
{{vedi anche|Alfabeto norvegese}}
L'[[alfabeto norvegese]] è composto da 29 lettere: Aa, Bb, Cc, Dd, Ee, Ff, Gg, Hh, Ii, Jj, Kk, Ll, Mm, Nn, Oo, Pp, Qq, Rr, Ss, Tt, Uu, Vv, Ww, Xx, Yy, Zz, Ææ, Øø, Åå.
 
L'[[alfabeto norvegese]] è composto da 29 lettere:
{| class="wikitable"
! colspan="29" |[[Maiuscoletto|Lettere maiuscole]]
|-
|A
|B
|C
|D
|E
|F
|G
|H
|I
|J
|K
|L
|M
|N
|O
|P
|Q
|R
|S
|T
|U
|V
|W
|X
|Y
|Z
|-
! colspan="29" |[[Minuscolo|Lettere minuscole]]
|-
|a
|b
|c
|d
|e
|f
|g
|h
|i
|j
|k
|l
|m
|n
|o
|p
|q
|r
|s
|t
|u
|v
|w
|x
|y
|z
|}
In principio sono elencate tutte le vocali e dittonghi in pronuncia standard, in seguito si trovano tutte le consonanti e i digrafi o cluster con la lettura irregolare o con una varietà di pronuncia.
 
=== Dittonghi ===
{| class="wikitable"
!Lettera/dittongo/digrafo
!Descrizione
|-
! colspan="3" |<u>Vocali e dittonghi</u>
|-
|A, a
|U di udito, arrotondata e con un fugace allungamento vocalico. È molto rara e si trova ad esempio in "zoo", /su:/.
|-
|! colspan="3" |'''<u>Consonanti</u>'''
|-
|B, b
In alcune parole, per disambiguare le omografie con diversi significati, ci possono essere più versioni con i diacritici. Si hanno fino a quattro casi: parole senza diacritico, accento grave, accento acuto e accento circonflesso. Quattro esempi sono: for (preposizione), fòr (sostantivo #1) fór (verbo), fôr (sostantivo #2).
 
== La pronunciaPronuncia della "O, o" ==
 
=== Parole polisillabiche ===
176

contributi