Guglielmo Gargiolli: differenze tra le versioni

m
min.
(agg. {{controllo di autorità}})
m (min.)
Fu primo lettore di matematica allo [[Università degli Studi di Siena|Studio di Siena]] e alla corte di Firenze.
 
Il suo libro ''Iride Celesteceleste'' fu notato per la sua spegiazionespiegazione di come stimare da distante l'altezza di un oggetto e la sua distanza dall'osservatore.<ref>[[Giovanni Targioni-Tozzetti]] (a cura di), ''[https://books.google.com/books?id=_wFlAAAAcAAJ Atti e memorie inedite dell'Accademia del Cimento, e notizie aneddote dei progressi delle scienze in Toscana]'', Giuseppe Tofani, 1780, p. 334.</ref>
 
== Opere ==