Differenze tra le versioni di "Patrimoni dell'umanità dell'Ucraina"

→‎Siti del Patrimonio mondiale: aggiornamento descrizione
m (→‎Collegamenti esterni: fix categoria)
(→‎Siti del Patrimonio mondiale: aggiornamento descrizione)
|-
|-align=center
| [[File:Forschungsfläche Mala Uholka 2 DSC 2518.jpg|150px]] || [[Foreste primordiali dei faggi dei Carpazi e di altre regioni d'Europa]] || [[Oblast' di Ivano-Frankivs'k]], [[Oblast' di Leopoli]], [[Oblast' della Transcarpazia]]<br/><small>(altri 6379 sono in {{ALB}}, {{AUT}}, {{BEL}}, {{BIH}}, {{BGR}}, {{HRV}}, {{FRA}}, {{DEU}}, {{ITA}}, {{MKD}}, {{POL}}, {{CZE}}, {{ROU}}, {{SVK}}, {{SVN}}, {{ESP}} e {{ESPCHE}})</small> || Naturale<br />([https://whc.unesco.org/en/list/1133/ 1133]; ix) || 2007-2017 || style="text-align:left" | QuestoQuesta sitoproprietà transnazionale (condivisocomprende con94 [[Albania]],componenti [[Austria]],in [[Belgio]],18 [[Bulgaria]]paesi. Dalla fine dell'ultima era glaciale, [[Croazia]],il [[GermaniaFagus sylvatica|faggio]], europeo si è diffuso da poche aree di rifugio isolate nelle [[ItaliaAlpi]], [[RomaniaCarpazi]], [[SlovacchiaAlpi dinariche|Dinaridi]], [[SloveniaMediterraneo]] e [[SpagnaPirenei]]) comprendein quindiciun foreste,breve situateperiodo indi diversepoche areemigliaia protette,di lungoanni lain dorsaleun deiprocesso [[Carpazi]],tuttora train cuicorso. leL'espansione [[faggetedi primordialisuccesso diin Uholka-Shyrokyjun Luh]].intero Ilcontinente sitoè documentalegata all'adattabilità e seguealla latolleranza diffusionedell'albero [[Olocene|post-glaciale]]alle diverse condizioni climatiche, geografiche e l'evoluzionefisiche. delIn [[FagusUcraina sylvatica|faggio]]la nelserie continentecomprende europeoquindici foreste, mostrandosituate lain piùdiverse completaaree serieprotette, dilungo forestela puredorsale edei miste[[Carpazi]], attraversotra unacui grandele varietà[[faggete primordiali di condizioniUholka-Shyrokyj ambientaliLuh]]<ref>{{cita web|url=https://whc.unesco.org/en/list/1133/|titolo=Ancient and Primeval Beech Forests of the Carpathians and Other Regions of Europe|lingua=en, fr|accesso=1216 agosto 20202021}}</ref>.
|-
|-align=center