Differenze tra le versioni di "Discussioni progetto:Televisione/Fiction TV"

:::::::Si può rinnovare il ''contratto'' con cui si sono richieste tot stagioni di una serie, ma non si può rinnovare una serie (al limite per altri programmi TV tipo un telequiz o un talk show si può "rinnovare" una nuova stagione se si cambia lo studio, le scenografie, s'introducono nuove rubriche, ecc.). "Ordinare" non è del tutto sbagliato, in altri settori le aziende ordinano pezzi ai propri fornitori (ma vengono usati anche altri termini: commissionare, richiedere, ecc.); non so nel lessico italiano quanto si usi in questo settore. Una serie "cancellata" a me fa pensare che non venga proprio trasmessa, non che non se ne facciano ulteriori stagiono (al limite "era in progetto una quarta stagiona, ma tale progetto venne cancellato"). --[[Utente:Meridiana solare|Meridiana solare]] ([[Discussioni utente:Meridiana solare|msg]]) 17:01, 30 ago 2021 (CEST)
::::::::Vabbé io ho smesso parecchi anni fa di dare credito a Best Movie perché i loro articoli (soprattutto quelli di determinati autori) sono scritti in un illeggibile italoinglese, vi si trovano spesso abomini come "la release", "il producer", "lo show" e simili. Questo non significa che dovremmo bruciare i dizionari anche noi. --[[Utente:OswaldLR|OswaldLR]] ([[Discussioni utente:OswaldLR|msg]]) 17:14, 30 ago 2021 (CEST)
::::::::::No. La produzione di una serie televisiva, in modo più o meno semplificato, funziona in questo modo: i produttori di una futura serie propongono a una (o più) emittente televisiva il loro progetto, dopo di che, se interessata, l'emittente ordina la produzione di un episodio pilota, che viene quindi girato e fatto visionare agli addetti del canale. Una volta presa visione, il canale decide se ordinare una (o anche più) stagione completa della serie o abbandonare il progetto, e in caso di ordine le due parti stipulano un contratto. Successivamente vengono prodotti i restanti episodi della stagione e quindi trasmessi; se tutto va poi come sperato, quindi se la serie riesce ad ottenere un buon riscontro di pubblico e quant'altro, la rete televisiva deciderà se farne continuare la produzione, ordinandone quindi un nuovo ciclo di episodi, e di conseguenza rinnovando il contratto stipulato con la produzione per una nuova stagione televisiva. Nella terminologia comunque si dice quindi per semplificare che la serie viene rinnovata per una nuova stagione, che verrà successivamente trasmessa. Se la serie invece ha poco successo, l'emittente deciderà quindi di cancellarne, di terminarne, la produzione (e la trasmissione) per la successiva stagione, andando quindi a recedere il contratto stipulato in precedenza. Di nuovo per semplificare, si dice quindi che la serie viene cancellata; ciò non comporta sicuramente il fatto che l'emittente ne cancelli definitivamente le tracce, non mandando più in onda le repliche o altro, semplicemente la serie verrà portata a termine in quel momento.
::::::::::Credo che questa spiegazione possa far capire perché venga usata una certa terminologia che, ripeto, è ormai palesemente entrata anche nel parlato comune.
::::::::::Oswald, come al solito il tuo commento non aggiunge nulla alla discussione, serve giusto per fare un po' di polemica spiccia. A me pare di non aver citato solo Best Movie (che rimane comunque una fonte affidabile) nei miei esempi, e soprattutto non ho mai parlato nemmeno lontanamente del fatto di dover usare termini in inglese quando questi non sono entrati nel parlato comune dell'italiano (cosa che in ogni caso "show" è), quindi continuo davvero a non capire l'utilità del tuo intervento...--[[Utente:Baris|Baris]] ([[Discussioni utente:Baris|msg]]) 19:39, 30 ago 2021 (CEST)
 
== PDC Simpsorama ==
15 798

contributi