Differenze tra le versioni di "Brasile"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  1 mese fa
[[File:Imagem de satélite da Ilha de São Vicente, Brasil.jpg|thumb|Immagine satellitare [[CBERS]] 4, Isola di São Vicente, Brasile]]
Attualmente lo sviluppo in S&T in Brasile è abbastanza diversificato, attraverso la sua [[Agenzia Spaziale Brasiliana]] (AEB) supportata dal polo aerospaziale e tecnologico situato principalmente nella regione di [[São José dos Campos]] con produttori high-tech come [[Embraer]] o [[Avibras]] e attraverso il [[Cosmodromo di Alcântara]], effettua regolari lanci suborbitali di vettori spaziali nazionali della famiglia [[VS-30|VS]], una classe di veicoli suborbitali per propiziare voli scientifici in microgravità ad altitudini fino a {{M|950|u=km}} con carichi utili fino a mezza tonnellata e che hanno dozzine di voli dal paese o da altre agenzie spaziali come la [[Deutsches Zentrum für Luft- und Raumfahrt|DLR]] tedesca.
Il Paese ha in orbita [[Satelliti brasiliani|diversi satelliti]], prodotti localmente o in partnership come la serie [[CBERS]] o il [[Amazônia-1]], oltre ad altri acquistati sul mercato mondiale.<ref>[https://www.iae.cta.br/index.php/todos-os-projetos/todos-os-projetos-desenvolvidos/menu-vsb-30 Iae/CTA - todos os projetos (''in portoghese'')]</ref><ref>[https://moraba.de/en/moraba/sounding-rockets/ Sounding rockets (''en inglés'')]</ref> ,; il primo dei quali [[Brasilsat A1]] è stato lanciato nello spazio l'8 febbraio 1985.
Nel [[2006]], [[Marcos Pontes]] diventa il primo astronauta brasiliano, in missione sulla stazione spaziale internazionale.<ref>[http://especiais.g1.globo.com/sp/bauru-marilia/missao-centenario/ Missão centenário]</ref>
[[File:Vls1-mockup-test.jpg|thumb|Cosmodromo di Alcântara (CLA)]]
2 831

contributi