Differenze tra le versioni di "Coppa del Mondo di rugby 2019"

| Stadio = Stadio Yokohama
(fx)
(| Stadio = Stadio Yokohama)
Le cifre della {{RU|NZL}} campione uscente che a [[Yokohama]] attendeva gli inglesi in semifinale erano indicative della difficoltà dell'impegno per la nazionale britannica di Eddie Jones: campioni del mondo in carica dal 2011, gli ''[[Nazionale di rugby a 15 della Nuova Zelanda|All Blacks]]'' non perdevano una partita in Coppa del Mondo dai quarti di finale del 2007 e da allora vantavano 18 vittorie consecutive<ref name="NZL ENG">{{Cita news | lingua = en | url = https://www.bbc.com/sport/rugby-union/50192618 | titolo = England 19-7 New Zealand: Eddie Jones' side beat All Blacks to reach World Cup final | autore1 = Tom Fordyce | pubblicazione = BBC | accesso = 2021-03-03 | data = 2019-10-26 }}</ref>, oltre ad aver sempre battuto l'{{RU|ENG}} sia nella fase a gironi che nei ''play-off'' del torneo<ref name="NZL ENG" />.
Nonostante pronostico contrario e statistiche negative, l'Inghilterra affrontò i neozelandesi con piglio aggressivo andando in meta subito dopo due minuti di gioco con [[Manu Tuilagi]] e chiudendo il primo tempo sul 10-0 grazie ai punti al piede di Owen Farrell e [[George Ford]]<ref name="NZL ENG" />; solo quando erano sotto di 13 punti gli ''[[Nazionale di rugby a 15 della Nuova Zelanda|All Blacks]]'' reagirono con una meta di [[Ardie Savea]], ma ancora Ford riuscì a mantenere precisione e capitalizzare due dei tre calci di punizione assegnati alla sua squadra dall'arbitro gallese [[Nigel Owens]]; gli avanti riuscirono a impedire agli avversari di avvicinarsi alla linea di meta degli inglesi che alla fine, con il punteggio di 19-7, riguadagnarono la loro prima finale dal 2007 e la quarta assoluta, considerando anche quelle del 1991 e del 2003<ref name="NZL ENG" />.
Estremamente combattuta fu, invece, la seconda semifinale, tenutasi il giorno dopo sempre allo [[Stadio internazionale di Yokohama|Stadio Yokohama]]: il {{RU|WAL}} tenne testa al {{RU|ZAF}} concedendogli, nel primo tempo, solo tre calci piazzati realizzati da Pollard, a fronte dei due di [[Dan Biggar]]<ref name="WAL ZAF">{{Cita news | lingua = en | url = https://www.bbc.com/sport/rugby-union/50199557 | titolo = Rugby World Cup semi-final: Wales 16-19 South Africa | autore1 = Dafydd Pritchard | pubblicazione = BBC | accesso = 2021-08-01 | data = 2019-10-27 }}</ref>; nella ripresa ancora Biggar portò la situazione sul 9 pari al 46'<ref name="WAL ZAF" />; alla meta sudafricana di [[Damian de Allende]] a poco più di 20 minuti dal termine replicò qualche minuto dopo [[Josh Adams (rugbista)|Josh Adams]] che ristabilì la parità a quota 16; a tre minuti dalla fine una punizione di Pollard suggellò il 19-16 definitivo che valse al {{RU|ZAF}} l'accesso alla gara per il titolo dalla quale, come l'{{RU|ENG}}, mancava da 12 anni, essendo quella tra le due squadre nel 2007 l'ultima finale di entrambe<ref name="WAL ZAF" />.
 
La finale di consolazione per il terzo posto fu una partita degli addii: entrambi i commissari tecnici, infatti, salutavano le proprie nazionali, [[Steve Hansen]] la {{RU|NZL}} e il suo connazionale [[Warren Gatland]] il {{RU|WAL}}, guidato per i precedenti 12 anni<ref name="3 posto">{{Cita news | lingua = en | url = https://www.bbc.com/sport/rugby-union/50232481 | titolo = Rugby World Cup 2019 bronze match: Wales 17-40 New Zealand | autore1 = Gareth Griffiths | pubblicazione = BBC | data = 2019-11-01 | accesso = 2021-09-01 }}</ref>; ultima gara internazionale anche per gli ''[[Nazionale di rugby a 15 della Nuova Zelanda|All Blacks]]'' [[Kieran Read]], [[Sonny Bill Williams]] e [[Ryan Crotty]]<ref name="3 posto" />; la partita ebbe qualcosa da dire solo fino alla fine del primo tempo, quando i neozelandesi chiusero 28-10; nel secondo tempo, tuttavia, solo una meta gallese fece da contraltare alle due avversarie, e lo ''score'' finale fu di 40-17 per gli ''[[Nazionale di rugby a 15 della Nuova Zelanda|All Blacks]]'', trentunesima sconfitta consecutiva dei Dragoni britannici in 66 anni di incontri con gli uomini in maglia nera<ref name="3 posto" />.
|-
| [[Yokohama]]
| [[Stadio internazionale di Yokohama]]
| align = "right" | {{M|72327}}
| align = "right" | 6
| Referto = {{Referto World Rugby|25334}}
| Città = Yokohama
| Stadio = [[Stadio internazionale di Yokohama|Stadio Yokohama]]
| Spettatori = {{M|68843}}
| Arbitro = [[Nigel Owens]]
| Referto = {{Referto World Rugby|25335}}
| Città = Yokohama
| Stadio = [[Stadio internazionale di Yokohama|Stadio Yokohama]]
| Spettatori = {{M|67750}}
| Arbitro = [[Jérôme Garcès]]
| Referto = {{Referto World Rugby|25337}}
| Città = Yokohama
| Stadio = [[Stadio internazionale di Yokohama|Stadio Yokohama]]
| Spettatori = {{M|70103}}
| Arbitro = [[Jérôme Garcès]]