Differenze tra le versioni di "Delirium (gruppo musicale)"

m
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica visuale
== Storia ==
===Formazione e successo===
Formatasi a Genova sul finire degli anni sessanta con il nome di [[Sagittari]], il complesso dei Delirium adotta la sigla definitiva nel 1970, con l'ingresso di un giovanissimo [[Ivano Fossati]] alla voce, chitarra e flauto traverso. L'anno successivo il complesso vince il concorso "La strada del successo", indetto da [[Radio Montecarlo]], e dopo qualche mese si aggiudica il titolo "Rivelazione" al primo [[Festival di Musica d'Avanguardia e di Nuove Tendenze]] di Viareggio con la canzone ''Canto di Osanna'', brano che ottiene grande successo anche all'estero e verrà registrato nelle versioni francese, inglese e tedesca. Sempre nel 1971, il complesso dei Delirium realizza il primo album, ''[[Dolce acqua]].'' La band si fa notare sul palco di molti raduni pop, come il "Davoli Pop" di [[Reggio Emilia]] e il "Festival Pop" di [[Palermo]]. Nel 1972 il complesso partecipa al [[Festival di Sanremo]] con il brano ''[[Jesahel]]'', canzone che diventerà una hit: ile disco della qualeche venderà diverse decine di migliaia di copie. Durante l'esecuzione sul palco del festival il gruppo si fa accompagnare da un gruppo di amici vestiti da hippy, che suonano le chitarre e cantano in coro; fra di essi vi sono [[Oscar Prudente]], [[Sara (cantante)|Sara Borsarini]] (già interprete di alcune canzoni di Battisti), [[Mario Lavezzi]] e [[Alberto Canepa]] (dell'[[Assemblea Musicale Teatrale]]). Lo stesso anno la band partecipa alla manifestazione [[Un disco per l'estate 1972|Un disco per l'estate]], ottenendo il settimo posto nella classifica finale con il brano ''Haum!''.
Nello stesso anno, Fossati abbandona la formazione e viene sostituito dall'inglese Martin Frederick Grice, proveniente dai [[Bo Bo's Band]] prima e dai Boomerang poi. La nuova formazione, avvalendosi dei testi di Mauro La Luce, registra ''[[Lo scemo e il villaggio]]'', un album di [[jazz]]-[[rock progressive]]. Nel 1974 viene pubblicato ''[[Delirium III - Viaggio negli arcipelaghi del tempo]]'', nel quale viene impiegata una vera sezione di archi e nel quale Mimmo Di Martino si cimenta per la prima volta alla chitarra elettrica.
2 486

contributi