Differenze tra le versioni di "Storia della Sicilia angioina"

 
 
==Storia==
Alla fine della dinastia degli Hohenstaufen, nel [[1266]] il [[regno di Sicilia]] venne assegnato dal [[Papa]], che considerava l'isola patrimonio della [[Stato Pontificio|Chiesa]], a [[Carlo I d'Angiò]]; Il diciassettenne [[Corradino di Svevia]] tentò di riconquistare il regno nel 1268, ma fu sconfitto nella [[Battaglia di Tagliacozzo]] e decapitato.
[[File:Saluto.jpg|thumb|left|''Saluto'' d'argento di Carlo I]]
In Sicilia, roccaforte svevo-normanna, la situazione si fece ben presto particolarmente critica per una generalizzata riduzione delle libertà dei baroni ed una opprimente politica fiscale.
Utente anonimo