Martavello: differenze tra le versioni

663 byte aggiunti ,  9 mesi fa
Aggiunto la variante friulana
(Aggiunto la variante friulana)
I pescatori lasciano i martavelli in acqua e, dopo un certo tempo, passano a ritirarli con il loro bottino.
Il martavello viene utilizzato comunemente dai pescatori che esercitano nella [[Laguna di Orbetello]].
 
Denominato "tofo" viene anche impiegato nel [[lago Trasimeno]].
 
Col nome di ''cogol'' (sia in [[lingua friulana]]<ref>{{Cita web|url=http://claap.org/definizion/?diz=fur-it&leme=cogol1|titolo=CLAAP Centro di linguistica applicata}}</ref> che in [[Lingua veneta|veneto]] nella variante [[Marano Lagunare|maranese]]) viene utilizzato tutt'oggi dai pescatori della [[Laguna di Marano|laguna di marano]]<ref>{{Cita web|url=http://www.comune.maranolagunare.ud.it/vivere-marano-1/galleria-fotografica/lambiente|titolo=Sito del comune di Marano lagunare}}</ref><ref>{{Cita web|url=https://www.regione.fvg.it/rafvg/export/sites/default/RAFVG/economia-imprese/agricoltura-foreste/tiere-furlane/allegati/TF6_WEB.pdf|titolo=}}</ref>.
 
Il martavello può essere formato da una serie di cilindri separati da un diaframma ad imbuto così da avere più camere a disposizione del pesce ed in questo caso prende il nome di "martavellone" ed è la varietà più tipicamente utilizzata per la pesca delle [[anguilla anguilla|anguille]].
 
179

contributi