Differenze tra le versioni di "Isa Pola"

19 byte aggiunti ,  1 mese fa
(→‎Prosa televisiva Rai: La spada di Damocle di Alfredo Testoni, regia di Vittorio Cottafavi, trasmessa il 14 novembre 1958.)
[[File:Pola Steiner.jpg|thumb|left|Isa Pola ed [[Elio Steiner]] in una foto di scena del film ''[[La canzone dell'amore]]'' ([[1930]]) di [[Gennaro Righelli]], primo film sonoro italiano]]
Fin dall'infanzia ebbe la passione per la [[recitazione]] e il [[cinema]].
Bella, fotogenica, formosa dal fascino intrigante e quasi perverso, la Pola, questo il nome d'arte che subito si scelse, esordì nel [[cinema muto]] nel [[1927]] nel [[film]] ''[[I martiri d'Italia (film 1927 Laurenti Rosa)|I martiri d'Italia]]'' di [[Silvio Laurenti Rosa]] dove apparve in un piccolo ruolo. Seguirono alcune piccole apparizioni in cui parve destinata a impersonare figure di maliarde rubacuori, esibendosi poi nel suo primo ruolo importante in ''[[MyriamMiryam (film 1929)|Miryam]]'' di [[Enrico Guazzoni]].
[[File:Isa pola telefonista.jpg|thumb|upright=1.4|Isa Pola al centro nel film ''[[La telefonista]]'' ([[1932]]) di [[Nunzio Malasomma]]]]
 
4 318

contributi