Giuseppe Anatrelli: differenze tra le versioni

m
 
=== La morte ===
Giuseppe Anatrelli morì improvvisamente nella notte del 25 ottobre 1981, all'età di 56 anni, a causa di un [[infarto]], nella sua casa di [[Napoli]] di viale Colli Aminei, dove viveva insieme con la sorella<ref>[http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,28/articleid,1436_02_1981_0293_0028_20312738/ Morto Anatrelli attore di Eduardo] Archiviolastampa.it</ref>. Riposa nel cimitero di Miano alle porte di Napoli <ref>[http://archiviostorico.unita.it/cgi-bin/highlightPdf.cgi?t=ebook&file=/archivio/uni_1981_10/19811027_0009.pdf&query=Pietro%20Spataro Morto Anatrelli, una forza del palcoscenico di Napoli] {{webarchive|url=https://web.archive.org/web/20160304121119/http://archiviostorico.unita.it/cgi-bin/highlightPdf.cgi?t=ebook&file=%2Farchivio%2Funi_1981_10%2F19811027_0009.pdf&query=Pietro%20Spataro |data=4 marzo 2016 }} ''L'Unità'', 27/10/1981.</ref>.
 
Nel film ''[[Fantozzi subisce ancora]]'' (1983), il personaggio di Calboni venne affidato a [[Riccardo Garrone (attore)|Riccardo Garrone]], per poi essere definitivamente accantonato nei successivi film dedicati al celebre ragioniere.