Differenze tra le versioni di "Provincia di Potenza"

→‎Geografia fisica: no recentismi
(rettifiche varie)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
(→‎Geografia fisica: no recentismi)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
La città principale è [[Potenza (Italia)|Potenza]], in cui è concentrata la maggior parte dei servizi della [[Pubblica Amministrazione]]. Seconda città della provincia, per numero di abitanti, è [[Melfi]]. Lo sviluppo economico e demografico, di quella che fu la città di [[Federico II di Svevia]], è dovuto principalmente alla presenza del [[stabilimento Fiat di Melfi|polo industriale di ''San Nicola'']], dentro il quale sono collocate attività legate al settore automobilistico della [[FIAT]]. Fanno parte del territorio provinciale i [[laghi di Monticchio]], il [[Massiccio del Sirino#Idrografia e glacialismo|lago Sirino]] ed i laghi artificiali di [[diga di Monte Cotugno|Monte Cotugno]], del [[lago del Pertusillo|Pertusillo]], di [[lago di Acerenza|Acerenza]] e del Rendina.
 
La provincia è stata ripetutamente colpita dai terremoti, tra i quali si citano il [[terremoto della Basilicata del 1857|sisma del 1857]], [[terremoto dell'Irpinia e del Vulture del 1930|quello del 1930]] e [[terremoto dell'Irpinia del 1980|quello del 1980]].
Un forte [[Terremoto dell'Irpinia del 1980|sisma]] di magnitudo 6,9 della scala Richter, si verificò il 23 novembre 1980 con epicentro nel comune di [[Conza della Campania]], al confine con la provincia di Potenza. La scossa fu violenta, durò circa 1 minuto e mezzo e provocò grandissimi danni in tre regioni differenti.
 
È attraversata dall'[[Autostrada A3 (Italia)|autostrada A2]], alla quale si ha accesso attraverso quattro svincoli presenti nei comuni di [[Lagonegro]] (Nord e Sud) e [[Lauria]] (Nord e Sud), nonché dal [[Raccordo autostradale 5|raccordo autostradale Sicignano-Potenza]], che dalla stessa A2 si stracca all’altezza di Sicignano, attraversa la provincia longitudinalmente, e dopo Potenza prosegue fino allo [[Mar Ionio|Ionio]] diventando [[strada statale 407 Basentana]].
38 637

contributi