Nazareno Patrizi: differenze tra le versioni

fix
(fix)
|Immagine =
}}
 
 
 
== Biografia ==
Figlio di Francesco Patrizi di [[Bellegra]] e di Beatrice Albanesi di Paliano, studiò al Seminario Minore Prenestino, sussidiato dal cardinale [[Antonio Saverio De Luca|Antonio Saverio de Luca]]. Egli proveniva da una famiglia di ecclesiastici e canonisti al servizio della [[Curia romana#:~:text=La Curia romana %C3%A8 il,%22il governo della Chiesa%22.|Curia Romana]] dal 1794, infatti il suo antenato [[don Lorenzo Patrizi]] fu archivista del [[Congregazione per la dottrina della fede|Sant'Uffizio]], il prozio Mons. [[Giuseppe Patrizi]] docente di diritto canonico e lo zio Mons. Pietro Patrizi, officiale della [[Congregazione per il clero|Congregazione del Concilio]]<ref>Cf. D. Bracale, ''Patrizi di Bellegra. Presbiteri al servizio della Curia Romana dal XVIII al XX secolo'', Roma, 2020. ISBN 9791220062794.</ref>.
 
Rimasto orfano dei genitori, fu accolto a Roma dallo zio don Pietro Patrizi<ref>D. Bracale, ''Patrizi di Bellegra. Presbiteri al servizio della Curia Romana dal XVIII al XX secolo'', Roma, 2020, pp. 47-58. ISBN 9791220062794.</ref>. Ottenuta la dispensa dal Seminario, lo zio fu il suo formatore.