Differenze tra le versioni di "Assassinio di Rehavam Ze'evi"

m
 
== L'assedio israeliano della Moqata e l'Accordo di Ramallah ==
Immediatamente dopo l'assassinio, il governo israeliano avviò le indagini per rintracciare i responsabili. Nell'aprile 2002, durante l'[[operazione Scudo difensivo]], le forze di sicurezza israeliane appresero che gli assassini si nascondevano nella [[Moqata]], il complesso presidenziale di Yasser Arafat a Ramallah, che le truppe israeliane stavano assediando. Israele chiese all'Autorità Palestinese di consegnare gli assassini. L'Autorità Palestinese rifiutò. Alla fine, attraverso la mediazione internazionale, venne stipulato un accordo - noto come "Accordo di Ramallah" - per cui gli assassini di Ze'evi sarebbero stati detenuti in una prigione di [[Gerico]] sorvegliata da forze britanniche e americane. In cambio Israele avrebbe rimosso l'assedio del complesso di Yasser Arafat. Nel febbraio 2002, Arafat ordinò di arrestare i responsabili dell'assassinio di Ze'evi e di condurli nella prigione di Gerico<ref>{{Cita web|url=https://embassies.gov.il/MFA/FOREIGNPOLICY/Issues/Pages/Behind%20the%20headlines%20-%20Recapturing%20Zeevis%20murderers%2015-Mar-2006.aspx|titolo=Behind the headlines: Recapturing Ze'evi's murderers|lingua=en|sito=embassies.gov.il|data=15 marzo 2006|accesso=15 ottobre 2021}}</ref>.
 
Tuttavia, dopo che l'organizzazione militante islamista Hamas vinse le elezioni palestinesi nel gennaio 2006, il leader di Hamas, [[Isma'il Haniyeh]], annunciò pubblicamente la sua intenzione di liberare palestinesi detenuti. Il 14 marzo 2006, le forze americane e britanniche abbandonarono la prigione di Gerico, accusando l'Autorità palestinese di non effettuare un reale controllo sulle visite, sull'utilizzo del telefono e della corrispondenza dei detenuti<ref name="mfa">{{Cita web|url=https://www.mfa.gov.il/mfa/pressroom/2006/pages/idf%20operation%20in%20jericho%20to%20arrest%20murderers%20of%20israeli%20minister%20zeevi%2014-mar-2006.aspx|titolo=IDF operation in Jericho to arrest murderers of Israeli minister Ze'evi|sito=mfa.gov.il|lingua=en|data=14 marzo 2006|accesso=15 ottobre 2021}}</ref>. Il giorno stesso Israele diede il via all'operazione ''Bringing Home the Goods''<ref name="mfa" />.