SAI Ambrosini Sagittario: differenze tra le versioni

m
smistamento lavoro sporco e fix vari
(Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v2.0beta14))
m (smistamento lavoro sporco e fix vari)
{{S|Aerei}}
{{W|Aviazione|Giugno 2015}}
{{S|Aerei}}
{{Infobox aeromobile
|Aeromobile=aerodina_sperimentale
|Nome = SAI Ambrosini Sagittario I
|Note =
|Ref =
}}
 
Il '''SAI Ambrosini Sagittario''' o '''Sagittario I''' o '''Turbofreccia''' è stato il prototipo del primo aviogetto militare italiano del dopo guerra. Fu progettato dall'ing. [[Sergio Stefanutti]] e costruito dalla [[Società Aeronautica Italiana Ambrosini]] nel 1950.<ref name="urlairport: Cinquanta anni fa il primo volo del Sagittario">{{Cita web|url= https://areivoliaeroporti.blogspot.it/2006/08/cinquanta-anni-fa-il-primo-volo-del.html |titolo= airport: Cinquanta anni fa il primo volo del "Sagittario"|editore= reivoliaeroporti.blogspot.it |accesso= 27 giugno 2015}}</ref>
Sul prototipo "Freccia" fu montato un motore a jet il [[Turbomeca Marboré]] II [[turbojet]] da 3,7 kN (840 lbf) di spinta a 22 600 giri/min; questo prototipo venne chiamato Sagittario I o Turbofreccia (o prototipo 2). Il Sagittario I il 26 marzo 1953 effettuò il primo volo a Ciampino.<ref name="urlAeroStoria Anni50: I caccia supersonici italiani: i gioielli di Sergio Stefanutti."/>
 
{{quoteCitazione|Il Sagittario I possiamo considerarlo il primo turbogetto costruito in Italia, ...|Aviation Top<ref name="urlAeroStoria Anni50: I caccia supersonici italiani: i gioielli di Sergio Stefanutti."/>}}
 
Successivamente nel 1953 fu realizzato il [[Aerfer Sagittario 2|Sagittario 2]], prodotto dalla ditta [[Aerfer]] più esperta in lavorazioni metalliche della [[SAI Ambrosini]].
 
Esso fu il primo supersonico che concorse all'esame per l'adozione degli aerei [[NATO]]; diventando la naturale conclusione degli studi fatti sulle ali a freccia dalla SAI Ambrosini.<ref name="urlThe Minijets Website: Ambrosini Sagittario">{{Cita web |url= http://www.minijets.org/index.php?id=98 |titolo= The Minijets Website: Ambrosini Sagittario |editore= minijets.org |lingua= fr |accesso= 28 giugno 2015 |urlmorto= sì |urlarchivio= https://web.archive.org/web/20150630001814/http://www.minijets.org/index.php?id=98 |dataarchivio= 30 giugno 2015 }}</ref> Il primo volo del Sagittario fu effettuato a Vigna di Valle il 19 maggio 1956, dall'asso [[Costantino Petrosellini]].<ref name="urlFremma Uno: I supersonici della Aerfer">{{Cita web|url= http://www.fremmauno.com/2012/11/i-supersonici-della-aerfer.html |titolo= Fremma Uno: I supersonici della Aerfer |editore= fremmauno.com|accesso= 28 giugno 2015}}</ref>
 
== Tecnica ==
 
== Bibliografia ==
* {{cita libro |cognome=Ciampaglia|nome=Giuseppe|titolo=Dal SAI Ambrosini Sagittario All'AERFER Leone. A History of the first Italian supersonic fighters created by Sergio Stefanutti|editore=IBN Editore|città= |anno=2004|isbn=88-7565-000-4|paginepp=158}}
* Paolo Ferrari - L'Aeronautica italiana, una storia del Novecento, Franco Angeli Editore
* Giuseppe Ciampaglia - Dal SAI Ambrosini Sagittario all'AERFER Leone, IBN Editore
 
== Collegamenti esterni ==
*{{Cita web|url= http://www.baronerosso.it/forum/aeromodellismo-riproduzioni-e-semiriproduzioni/152826-sai-ambrosini-freccia.html |titolo= SAI Ambrosini Freccia - BaroneRosso.it - Forum Modellismo |editore=www.baronerosso.it}}</ref>
* {{Cita web|url= https://www.facebook.com/note.php?note_id=280590615351069 |titolo= C’era una volta l’AERFER. Evento “Pomigliano industriale: una questione settentrionale”. |editore= www.facebook.com }}
 
1 259 416

contributi