Differenze tra le versioni di "Finale della Coppa d'Asia 2000"

 
Ai quarti, il 24 ottobre il Giappone e l'Arabia Saudita giocarono uno dopo l'altra a Beirut. I nipponici affrontarono l'{{NazNB|CA|IRQ}}, secondo nel gruppo A, e lo batterono per 4-1: dopo il gol di [[Abbas Obeid]] al 4°, i ''Samurai'' rimontarono con [[Hiroshi Nanami|Nanami]] e Takahara in tre minuti, a cui seguì il secondo gol di Nanami a quasi mezz'ora e poi un gol di [[Tomokazu Myojin|Myojin]] al 62°. I sauditi faticarono invece contro il {{NazNB|CA|KWT}}, secondo del gruppo B, e andarono inizialmente in vantaggio con Al-Temyat, salvo poi farsi rimontare in sei minuti nella ripresa da [[Bashad Abdullah]] e Al-Huwaidi; il gol di Al-Meshat al 72° permise però ai sauditi di crederci ancora, e una volta iniziati i supplementari servì il [[golden goal]] di Al-Temyat per avanzare alle semifinali, che si sarebbero svolte il 26 ottobre e sempre a Beirut.
 
Lì, anche stavolta i sauditi dovettero faticare per vincere, stavolta contro la {{NazNB|CA|KOR}}: dopo un primo tempo senza alcun goal, Al-Mashat segnò una doppietta tra il 76° e l'80°, vantaggio accorciato da [[Lee Dong-gook]] al primo di recupero. Non meno impegnativa fu la semifinale di tre ore dopo tra {{NazNB|CA|CHN}} e Giappone: dopo essere stati sotto di un gol per via di un'autorete di [[Fan Zhiyi]] al 21°, i ''Dragoni'' pareggiarono nove minuti dopo con [[Qi Hong]]; nella ripresa, [[Yang Chen]] portò la Cina in vantaggio ribaltando il risultato, ma il Giappone operò poi la sua controribalta cinque minuti dopo con il gol di Nishizawa eseguita poi ladalla rete di Myojin al 61°.
 
=== Tabella riassuntiva del percorso ===
13 913

contributi