Estorre Visconti: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nel 1711, a seguito di lavori nel duomo, il suo corpo fu ritrovato mummificato e oggi è custodito nel museo. La sua spada, ritrovata nella tomba, è opera di un [[armaiolo]] milanese; datata tra la fine del [[XIV secolo]] e inizio del [[XV secolo|XV]], è esposta nel [[Museo e tesoro del duomo di Monza|museo del tesoro del Duomo]] di Monza.<ref>V.Maspero, ''Storia di Monza'', pag.105</ref>. La lama, a doppio taglio, è in acciaio brunito, con l'elsa decorata da una foglietta d'oro, mentre sottili fili d'oro ritorti ne arricchiscono l'impugnatura.
 
== Ascendenza ==
{{Visconti (1277-1395)}}
{{Ascendenza
|1 = Estorre Visconti
|2 = [[Bernabò Visconti]]
|3 = [[Beltramola de' Grassi]]
|4 = [[Stefano Visconti]]
|5 = Valentina Doria
|8 = [[Matteo I Visconti]]
|9 = [[Bonacossa Borri]]
|10 = Bernabò Doria
|11 = Eliana Fieschi
|16 = [[Teobaldo Visconti]]
|17 = Anastasia Pirovano
|18 = [[Squarcino Borri]]
|19 = Antonia
}}
==Note==
<references/>
6 099

contributi