Differenze tra le versioni di "Gervais Banshimiyubusa"

Revisione
(Creazione pagina)
 
(Revisione)
 
Successivamente ha approndito gli studi di teologia dogmatica presso la [[Pontificia Università Urbaniana]].
 
Dal [[1995]] al [[1998]] è stato rettore del seminario minore di [[Muyinga]], mentre dal [[1998]] al [[2000]] è stato rettore del seminario maggiore di [[Gitega]].
 
=== Ministero episcopale ===
Il 10 maggio [[2000]] [[papa Giovanni Paolo II]] lo ha nominato [[vescovo coadiutore]] di [[Diocesi di Ngozi|Ngozi]]<ref>{{cita web|url=https://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2000/06/17/0389/01416.html#NOMINA%20DEL%20COADIUTORE%20DI%20NGOZI%20(BURUNDI)|titolo=NOMINA DEL COADIUTORE DI NGOZI (BURUNDI) |pubblicazione=Bollettino della Sala stampa della Santa Sede|data=16 giugno 2000|accesso=15 novembre 2021}}</ref>.
 
Ha ricevuto l'[[ordinazione episcopale]] il 16 settembre [[2000]] dalle mani del [[vescovo]] [[Stanislas Kaburungu]], co-consacranti il [[vescovo]] di [[Diocesi di Bujumbura|Bujumbura]] [[Evariste Ngoyagoye]] e il [[vescovo]] di [[Diocesi di Ruyigi|Ruyigi]] [[Joseph Nduhirubusa]]. È succeduto il 14 dicembre [[2002]] <ref>{{cita web|url=https://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2002/12/14/0622/01991.html#RINUNCIA%20DEL%20VESCOVO%20DI%20NGOZI%20(BURUNDI)|titolo=RINUNCIA DEL VESCOVO DI NGOZI (BURUNDI)|pubblicazione=Bollettino della Sala stampa della Santa Sede|data=14 dicembre 2002|accesso=15 novembre 2021}}</ref>.
 
Ha partecipato alla III assemblea generale straordinaria del [[sinodo dei vescovi]] dal tema ''Le sfide pastorali sulla famiglia nel contesto dell'evangelizzazione'' il 9 settembre [[2014]] <ref>{{cita web|url=https://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2014/09/09/0620/01370.html|titolo=III Assemblea Generale Straordinaria del Sinodo dei Vescovi (5-19 ottobre 2014): Elenco dei Partecipanti, 09.09.2014|pubblicazione=Bollettino della Sala stampa della Santa Sede|data=9 settembre 2014|accesso=15 novembre 2021}}</ref> e alla XIV assemblea generale ordinaria [[sinodo dei vescovi]] nel [[2015]] dal tema ''La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo''<ref>{{cita web|url=https://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2015/09/15/0676/01469.html|titolo=XIV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi (4-25 ottobre 2015) - Elenco dei Partecipanti, 15.09.2015|pubblicazione=Bollettino della Sala stampa della Santa Sede|data=15 settembre 2015|accesso=15 novembre 2021}}</ref>.
Dal [[2011]] al [[2017]] è stato presidente della [[Chiesa cattolica in Burundi#Conferenza episcopale|Conferenza episcopale del Burundi]].
 
Il 24 marzo [[2018]] [[papa Francesco]] lo ha nominatopromosso [[arcivescovo metropolita]] di [[Arcidiocesi di Bujumbura|Bujumbura]]<ref>{{cita web|url=https://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2018/03/24/0218/00473.html#ri|titolo=Rinuncia dell’Arcivescovo Metropolita di Bujumbura (Burundi) e nomina del nuovo Arcivescovo  |pubblicazione=Bollettino della Sala stampa della Santa Sede|data=24 marzo 2018|accesso=15 novembre 2021}}</ref>.
 
Fino al 25 gennaio [[2020]], giorno della [[Presa di possesso|presa possesso]] del suo successore alla [[diocesi di Ngozi]] [[Georges Bizimana]], ha ricoperto il ruolo di [[amministratore apostolico]].