Tupou VI: differenze tra le versioni

108 byte rimossi ,  5 mesi fa
m
nessun oggetto della modifica
mNessun oggetto della modifica
mNessun oggetto della modifica
|immagine = Dinner for His Majesty King Tupou VI of the Kingdom of Tonga and Her Majesty Queen Nanasipau’u 04.jpg
|legenda = Re Tupou VI a una cena nel 2019.
|titolo = [[Sovrani di Tonga|Re didelle Tonga]]
|trattamento = [[Sua maestà]]
|stemma = Royal Monogram of King Tupou VI of Tonga.svg
|dinastia = [[Tupou]]
|motto reale =
|padre = [[Taufa'ahauTāufaʻāhau Tupou IV|Tāufa'āhau Tupou IV]]
|madre = [[Halaevalu Mata'Aho 'Ahome'e]]
|consorte = [[Nanasipau'u Tuku'aho]]
|mandatoinizio2 = 3 gennaio [[2000]]
|mandatofine2 = 11 febbraio [[2006]]
|monarca2 = [[Taufa'ahau Tupou IV|Re Taufa'ahauTāufaʻāhau Tupou IV]]
|predecessore2 = [[Siaʻosi Tuʻihala Alipate Tupou, II barone Vaea]]
|successore2 = [[Feleti Sevele]]
|mandatoinizio3 = [[2001]]
|mandatofine3 = [[2006]]
|monarca3 = [[Taufa'ahau Tupou IV|Re Taufa'ahauTāufaʻāhau Tupou IV]]
|primoministro3 =
|predecessore3 = ?
|mandatoinizio4 = 3 gennaio [[2000]]
|mandatofine4 = 11 febbraio [[2006]]
|monarca4 = [[Taufa'ahau Tupou IV|Re Taufa'ahauTāufaʻāhau Tupou IV]]
|primoministro4 =
|predecessore4 = ?
|mandatoinizio5 = ottobre [[1998]]
|mandatofine5 = agosto [[2004]]
|monarca5 = [[Taufa'ahau Tupou IV|Re Taufa'ahauTāufaʻāhau Tupou IV]]
|primoministro5 = [[Baron Vaea]]
|predecessore5 = [[George Tupou V|Siaosi Tupou]]
|Nazionalità =
|Categorie = no
|FineIncipit = è il [[Sovrani di Tonga|re didelle Tonga]]<ref name="Proclamation">{{Cita web|url=http://www.pmo.gov.to/news-today/press-releases/3490-announcement-of-the-passing-of-his-late-majesty-a-proclamation-of-the-new-king|titolo=Announcement of the Passing of His Late Majesty & Proclamation of the New King|editore=Tonga Government Portal|data=21 marzo 2012|accesso=21 marzo 2012|urlmorto=sì|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20120415191649/http://www.pmo.gov.to/news-today/press-releases/3490-announcement-of-the-passing-of-his-late-majesty-a-proclamation-of-the-new-king|dataarchivio=15 aprile 2012}}</ref>
}}
 
== Biografia ==
Re Tupou VI è nato a [[Nukuʻalofa]], Tonga, il 12 luglio [[1959]], ultimo dei quattro figli del re [[Tāufaʻāhau Tupou IV]] e della consorte [[Halaevalu Mata'Aho 'Ahome'e]]. È stato istruito alla The Leys School a [[Cambridge]], dal [[1973]] al [[1977]]. Ha poi frequentato l'[[Università dell'East Anglia]], dove si è dedicato a studi per lo sviluppo, dal [[1977]] al [[1980]].<ref>{{Cita web|titolo=One in seven countries has leader who studied in UK|url=https://www.bbc.co.uk/news/education-29361704|sito=[[BBC News]]|accesso=26 settembre 2014}}</ref> Ha iniziato la sua carriera nelle forze armate nella Marina Militare nel [[1982]] ed è diventato [[capitano di corvetta]] nel 1987. Si è laureato presso l'US Naval War College come parte della classe 33 nel [[1988]]. Dal [[1990]] al [[1995]] ha comandato la classe motovedetta del Pacifico VOEA Pangai e nel frattempo era responsabile delle operazioni di mantenimento della pace nell'[[Bougainville (isola)|isola di Bougainville]]. Si è laureato con un master in studi per la difesa della [[Università del Nuovo Galles del Sud]] nel [[1997]] e con un master in relazioni internazionali presso la [[Bond University]] di [[Gold Coast]] nel [[1999]].
 
Nel [[1998]] ha concluso la sua carriera militare per entrare a far parte del governo, prima come ministro degli affari esteri e della difesa, dall'ottobre [[1998]] all'agosto [[2004]]. Ben presto, il 3 gennaio [[2000]], è stato nominato Primo ministro, incarico che ha mantenuto fino alle sue improvvise dimissioni l'11 febbraio [[2006]], avvenute per ragioni non del tutto chiarite, probabilmente a causa dei disordini avvenuti nel paese dalla metà del 2005, una serie di proteste pro-democrazia che chiedevano un ruolo minore della famiglia reale nel governo. Il suo successore designato, Feleti Sevele, è stato il primo capo dell'esecutivo che non era un principe o un membro dell'aristocrazia, composta da 33 famiglie nobili. Ha avuto anche i ruoli di ministro dell'agricoltura, delle foreste, della pesca, della marina e dei porti e di ministro delle comunicazioni e dell'aviazione civile.
13 476

contributi