Conservatorio Giuseppe Verdi (Torino): differenze tra le versioni

(→‎Storia: ref)
 
==Storia==
L'edificio in stile neo-barocco che ospita il conservatorio fu costruito nel 1928 come liceo musicale su progetto dell'ufficio tecnico comunale dell'architetto Giovanni Battista Ricci, nell'area precedentemente occupata da un [[mercato coperto]].<ref>{{cita web|1=https://www.civico20news.it/sito/articolo.php?id=11541|2=Il "serraglio" di piazza Bodoni}}</ref><ref>{{cita web|1=http://baldung.blogspot.com/2011/11/il-mercato-di-piazza-bodoni-torino.html|2=Il mercato di Piazza Bodoni a Torino}}</ref>
 
Il Regio conservatorio di musica "Giuseppe Verdi" di Torino fu costituito il 13 febbraio [[1936]] quando il preesistente Istituto musicale "Giuseppe Verdi", nato nel [[1866]] come Istituto musicale della Città di Torino, fu elevato al rango di scuola abilitata a rilasciare titoli ufficiali di diploma nella professione musicale. A differenza dello stile classico della facciata, l'interno dell'edificio è caratterizzato da decorazioni tendenti al liberty. La sala concerti è munita di un organo da concerto inaugurato il 10 maggio 1933. Dopo un incendio nel 1984 la sala è stata chiusa per molti anni, l'ultimo restauro risale al 2006.
Utente anonimo