Manus: differenze tra le versioni

1 byte rimosso ,  6 mesi fa
Elimino doppie spaziature
(Categoria)
(Elimino doppie spaziature)
 
==Acquisto della ''manus''==
I modi di acquisto della ''manus'' erano tre: ''confarreatio'', ''coemptio'' e ''usus''.<ref>Gaio, ''Istituzioni'', I, 110.</ref>
* ''[[Usus]]'': come previsto dalle XII tavole, si acquistava la ''manus'' sulla donna tenuta in casa come moglie per un anno ininterrotto. Per ragioni successorie, ciò poteva essere evitato facendo tornare la donna a casa del padre per tre giorni ogni anno (''trinoctii usurpatio'').<ref>Gaio, ''Istituzioni'', I, 111.</ref>
*''[[Confarreatio]]'': antica cerimonia, tipica dell'ambiente [[Patrizio (storia romana)|patrizio]], in onore di [[Giove (divinità)|Giove]] Farreo, dio protettore dell'agricoltura. L'uomo e la donna spezzavano il ''panis farreus'' (pane di farro) e lo consumavano insieme. Erano presenti alla cerimonia dieci testimoni e il [[Flamen Dialis]].<ref>Gaio, ''Istituzioni'', I, 112.</ref>
*''[[Coemptio]]'': rappresentava la vendita della figlia da parte del ''[[pater familias]]'' al futuro marito o al ''pater'' di lui ove questo non fosse ''[[sui iuris]]''. Non è altro che l'applicazione della ''[[mancipatio]]'', opportunamente modificata affinché l'uomo non ottenesse la donna ''in mancipio'', bensì ''in manu''.<ref>Gaio, ''Istituzioni'', I, 113.</ref>
169 463

contributi