Utente:Fabiolx26/Sandbox3: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Etichetta: Editor wikitesto 2017
Nessun oggetto della modifica
Una candidatura poteva ritirata dal candidato stesso o dall'organizzazione che lo aveva proposto, e la richiesta doveva essere sottoposta in entrambi i casi alla commissione elettorale distrettuale di riferimento.<ref>{{Cita|Закон ВС СССР от 06.07.1978|статья 41}}.</ref> La Commissione elettorale distrettuale o locale poteva rifiutarsi di registrare un candidato e la decisione poteva essere impugnata entro due giorni alla Commissione elettorale centrale.<ref>{{Cita|Постановление ЦИК СССР от 09.07.1937|статьей 63-64}};</ref>
 
Le organizzazioni pubbliche, i collettivi di lavoro che avevano nominato i propri candidati o li avevano sostenuti,potevano svolgere la campagna elettorale per loro usufruendo gratuitamente di locali per riunioni e manifestazioni, nonché di mezzi di comunicazione.<ref name=":8" /><ref name=":4">{{Cita|Постановление ЦИК СССР от 09.07.1937|статья 70}}; {{Cita|Закон ВС СССР от 06.07.1978|статья 46}}.</ref> La campagna veniva interrotta prima del giorno delle elezioni.<ref name=":4">{{Cita|Закон ВС СССР от 06.07.1978|статья 46}}.</ref>
 
Entro 25 giorni dalle elezioni, le commissioni elettorali distrettuali pubblicavano il cognome, il nome, il patronimico, l'età, la professione e il partito di appartenenza di ciascun candidato a deputato del Soviet Supremo dell'URSS e il nome dell'ente pubblico che lo aveva nominato.<ref>{{Cita|Постановление ЦИК СССР от 09.07.1937|статья 65}}; {{Cita|Закон ВС СССР от 06.07.1978|статья 42}}.</ref>
 
=== Votazioni ===
Il giorno delle elezioni era caratterizzato da un clima di festa: vi erano esibizioni musicali e danze e venivano offerti prodotti difficilmente reperibili.<ref name=":3" /><ref>{{Cita web|url=https://www.gazeta.ru/comments/2018/02/04_a_11636209.shtml|titolo=«Починяйте крышу, а то голосовать не пойду!»|sito=Газета.Ru|data=4 febbraio 2018|lingua=ru|accesso=2022-01-10}}</ref> L'affluenza era sempre alta e molti cittadini vedevano il voto come un dovere, mentre altri consideravano le elezioni come un'occasione per acquistare prodotti.<ref name=":3" />
 
Per votare, un elettore doveva recarsi di persona al seggio e prendere la scheda dopo che la commissione verificava la sua identità e la sua iscrizione nella lista elettorale.<ref>{{Cita|Постановление ЦИК СССР от 09.07.1937|статья 78}}; {{Cita|Закон ВС СССР от 06.07.1978|статья 52}}.</ref> Se un elettore non poteva recarsi personalmente al seggio per motivi di salute o altri impedimenti, la commissione poteva consentire una delega a una persona conosciuta all'elettore od organizzare la votazione sul luogo di permanenza dell'elettore.<ref>{{Cita|Постановление ЦИК СССР от 09.07.1937|статья 81}}; {{Cita|Закон ВС СССР от 06.07.1978|статья 52}}.</ref>
 
Sulla scheda elettorale rimanevano uno o due candidati, con indicati. Se vi erano due candidati, l'elettore non doveva cancellare il nome del candidato scelto, mentre se vi era un solo candidato bastava depositare la scheda direttamente nell'urna.<ref name=":3">{{Cita web|url=https://it.rbth.com/storia/85275-il-voto-ai-tempi-dellurss|titolo=Il voto ai tempi dell’URSS: esistevano le elezioni quando c’era il Comunismo?|autore=Nikolaj Ševčenko|sito=Russia Beyond|data=2020-11-25|accesso=2022-01-05}}</ref><ref>{{Cita|Постановление ЦИК СССР от 09.07.1937|статья 80}}; {{Cita|Закон ВС СССР от 06.07.1978|статья 53}}.</ref> L'unico modo per esprimere il proprio dissenso era quello di rendere nullo il proprio voto.<ref name=":3" />
Dopo che il presidente di una commissione elettorale annunciava la fine delle elezioni, le urne venivano aperte e iniziava il conteggio dei voti separatamente per ciascuna circoscrizione elettorale per le elezioni del Soviet dell'Unione e del Soviet delle nazionalità.<ref name=":5">{{Cita|Постановление ЦИК СССР от 09.07.1937|статьей 84-85}}; {{Cita|Закон ВС СССР от 06.07.1978|статья 54}}.</ref> Le schede non consegnate venivano annullate.<ref name=":5"/> Durante lo spoglio dei voti potevano essere presenti i rappresentanti delle organizzazioni pubbliche, dei collettivi di lavoro, nonché i rappresentanti della stampa, della televisione e della radio.<ref name=":5"/>
 
Un deputato veniva considerato eletto quando raggiungeva la [[maggioranza assoluta]] nel proprio distretto elettorale, ovvero se aveva ricevuto più della metà dei voti di tutti gli elettori del distretto.<ref name=":6">{{Cita|Постановление ЦИК СССР от 09.07.1937|статья 104}}; {{Cita|Закон ВС СССР от 06.07.1978|статья 56}}.</ref> La Commissione elettorale distrettuale poteva rifiutarsi di registrare un deputato e dichiarare non valide le elezioni se riscontrava violazioni della legge elettorale o, nel conteggio dei voti ooppure nella determinazione dei risultati delle elezioni nel distretto elettorale.<ref name=":6">{{Cita|Закон ВС СССР от 06.07.1978|статья 56}}.</ref> Un'elezione poteva anche essere dichiarata nulla se vi aveva partecipato meno della metà degli elettori inseriti nelle liste elettorali o per la morte di un candidato, nel caso vi fosse iscritto al collegio un solo candidato.<ref name=":6">{{Cita|Постановление ЦИК СССР от 09.07.1937|статья 107-108}}; {{Cita|Закон ВС СССР от 06.07.1978|статья 56}}.</ref> In tal caso, le elezioni venivano ripetute nel distretto interessato entro due settimane (un mese nel 1977).<ref>{{Cita|Постановление ЦИК СССР от 09.07.1937|статья 108}}; {{Cita|Закон ВС СССР от 06.07.1978|статья 59}}.</ref>
 
I risultati del conteggio dei voti e l'elenco dei deputati eletti venivano pubblicati sulla stampa dalla Commissione elettorale centrale entrola ilsettimana settimosuccessiva giorno dopo lealle elezioni.<ref>{{Cita|Закон ВС СССР от 06.07.1978|статья 58}}.</ref>
 
== Riforma del 1988 ==