Corte costituzionale (Italia): differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
* verificare l'ammissibilità dei [[Referendum abrogativo|referendum abrogativi]].
 
La Corte è costituita da quindici [[Giudici della Corte costituzionale della Repubblica Italiana|giudici]], la cui elezione spetta a diversi organi: cinque sono scelti dal [[Parlamento italiano|Parlamento]], cinque dal [[Presidente della Repubblica Italiana|Presidente della Repubblica]] e cinque da tre collegi di cui fanno parte le più importanti magistrature. Inizialmente il loro mandato durava dodici anni, oggi ridotti a nove. I giudici della Corte eleggono uno di loro [[Presidenti della Corte costituzionale della Repubblica Italiana|Presidente della Corte costituzionale]], con funzioni di coordinamento e mandato triennale. <!-- Dal 1829 dicembregennaio 2020,2022 il Presidente è [[GiancarloGiuliano CoraggioAmato]]. -->
 
Sebbene [[Organi costituzionali italiani|prevista]] dalla [[Costituzione della Repubblica Italiana|Costituzione italiana]] del 1948<ref name="art 134" />, la Corte era stata oggetto di dubbi da parte di diversi membri della [[Assemblea Costituente (Italia)|Costituente]], perplessi davanti alla capacità di un ristretto collegio di cassare leggi già emesse in Parlamento; la Costituzione lasciava dunque spazio a leggi ordinarie successive che determinassero il funzionamento della Corte<ref>{{Cita web|url=https://www.cortecostituzionale.it/documenti/download/pdf/CC_SS_fonti_lc_09021948_n_1_rev.pdf|titolo=LEGGE COSTITUZIONALE 9 febbraio 1948, n. 1, art. 137}}</ref>. Queste vennero emesse nel 1953<ref>{{Cita web|url=http://www.governo.it/Presidenza/CONTENZIOSO/contenzioso_costituzionale/documentazione/L_19530311_87.pdf|titolo=Legge 11 marzo 1953, n. 87 : Norme sulla Costituzione e sul funzionamento della corte costituzionale|editore=[[Governo della Repubblica Italiana]]|formato=PDF|accesso=14 giugno 2014}}</ref><ref>{{Cita web|url=https://it.wikisource.org/wiki/L.cost._11_marzo_1953,_n._1_-_Norme_integrative_della_Costituzione_concernenti_la_Corte_costituzionale|titolo=L.cost. 11 marzo 1953, n. 1 - Norme integrative della Costituzione concernenti la Corte costituzionale - Wikisource|sito=it.wikisource.org|lingua=it|accesso=2021-07-25}}</ref>. Un ulteriore ritardo alla sua inaugurazione fu dovuto all'alto ''quorum'' richiesto per l'elezione dei cinque giudici scelti dal Parlamento, così che la Corte costituzionale trovò attuazione solo nel 1955 e tenne la sua prima udienza nel 1956<ref>{{Cita web|url=https://archivio.unita.news/assets/main/1956/04/24/page_001.pdf|titolo=«Da ieri le leggi fasciste di P.S. al vaglio della Corte Costituzionale», L'Unità, 24 aprile 1956, pagina 1}}</ref><ref>{{Cita web|url=https://www.cortecostituzionale.it/jsp/consulta/istituzioni/la_corte_costituzionale_italiana.do|titolo=Corte costituzionale - La corte costituzionale Italiana|sito=www.cortecostituzionale.it|accesso=2021-07-25}}</ref>.