Bottone: differenze tra le versioni

9 byte rimossi ,  5 mesi fa
LiveRC: Annullate le modifiche di 93.147.231.156 (discussione), riportata alla versione precedente di Lorem Ipsum
(LiveRC: Annullate le modifiche di 93.147.231.156 (discussione), riportata alla versione precedente di Lorem Ipsum)
Etichetta: Annulla
 
== Storia ==
Presenti sin dalla [[preistoria|medioevo]], i bottoni sono stati rinvenuti negli scavi archeologici nella valle dell'[[Indo]] (circa 2800-2600 a.C.) dell'[[età del bronzo]] in [[Cina]] (circa 2000-1500 a.C.). Erano usati nell'[[antica Roma]], anche se le chiusure di [[abbigliamento|abiti]] e [[mantello (indumento)|mantelli]], nell'antichità, erano ottenute principalmente con lacci, [[fibbia|fibbie]] e [[spilla|spille]]. Spesso le [[spilla di sicurezza|spille di sicurezza]], chiamate [[fibula (spilla)|fibule]] assumevano esternamente la forma che ha precorso l'idea moderna del bottone. Questa somiglianza nella forma si è riscontrata nel ''kiton'' [[grecia|greco]] indossato dalle donne e negli spilloni aggancianti presenti nel ''sagum'' [[bizantino]].
 
Si diffusero ampiamente in [[Europa]] durante il [[Medioevo]]; la prima menzione letteraria risale al [[XII secolo]] nel poema ''[[La Chanson de Roland]]'', dove figurano come piccoli oggetti senza valore. Nel secolo seguente, invece, divennero un pregiato elemento decorativo dei mantelli e degli abiti dei sovrani e dei potenti, e richiesero la preparazione di [[orafo|orafi]]. Per un utilizzo capillare del bottone si attese la metà del [[XVI secolo]], anche se mancando le asole, la fila di bottoni conservò una funzione ornamentale. Tra i materiali dell'epoca, si annovera la [[madreperla]] e i più raramente l'[[oro]] e l'[[argento]].