Predicato nominale: differenze tra le versioni

corretta posizione del teste nei paragrafi
(Annullata la modifica 126365634 di 79.52.197.6 (discussione))
(corretta posizione del teste nei paragrafi)
* un [[aggettivo]] o un [[sostantivo]], mai accompagnati da preposizioni, detto [[nome del predicato]] o parte nominale.
 
Un esempio: ''il cielo è blu'': in questo caso il verbo "''è''" costituisce la copula e l'aggettivo "''blu''" la parte nominale. Possono svolgere questa funzione anche parti del discorso diverse, purché sostantivate o aggettivate, come in ''era esistente [participio presente]'', oppure espressioni di tipo avverbiale, come in ''era in ritardo''.<ref name="L3" />
 
==Concordanza tra soggetto e nome del predicato==
* Se il nome del predicato è un aggettivo, si concorda col soggetto; per esempio: ''lui è tranquillo, lei è contenta''
* Se il nome del predicato è un nome, può concordare o meno con il soggetto; per esempio: ''lui è professore, lei è professoressa'', ma anche ''lui è un medico, lei è un medico''. Possono svolgere questa funzione anche parti del discorso diverse, purché sostantivate o aggettivate, come in ''era esistente [participio presente]'', oppure espressioni di tipo avverbiale, come in ''era in ritardo''.<ref name="L3" />
 
==I complementi predicativi==
Secondo ''Lingua comune'', tutti i verbi copulativi diversi da ''essere'' (come ''sembrare'' e ''diventare'') formano dei predicati nei quali la parte verbale è detta ''predicato con verbo copulativo'' e quella nominale [[complemento predicativo del soggetto]].<ref name=L2>{{cita|Lingua comune|p. 449}}.</ref>
 
==Aggettivi di relazione==
Utente anonimo