Differenze tra le versioni di "Blocco ferroviario"

nessun oggetto della modifica
 
Il regime di ''blocco'' si basa di massima sull'assunto che un treno debba ''bloccarsi'' alla fine del tratto per cui ha ottenuto la via libera e non possa proseguire sensa un preciso consenso a farlo.
A seconda del tipo di blocco questo può essere fattoottenuto stabilendo che un treno debbe poter proseguire, solo se in possesso di un [[dispaccio]] scritto che lo autorizzi, ottenuto mediante un semplice [[telegrafo]] o un [[telefono]] o da apparecchiature che oggi raggiungono un elevato grado di complessità che hanno il compito di realizzare un preciso "regime di circolazione", ossia un complesso di regole e strumenti che rendano possibile la marcia dei treni in condizioni di massima sicurezza, e soprattutto a velocità commercialmente accettabili.
 
Si distinguono vari tipi di sistemi di blocco ferroviario:
*[[Blocco automatico a correnti codificate]]
*[[Blocco automatico a conta-assi]]
Per le linee piu' moderne e veloci oggi èviene utilizzato il
*[[Blocco radio]]
 
Particolari linee di limitatoa traffico limitato, generalmente diramazioni terminali, possono non essere dotate di ''sistemi di blocco'' lungo la tratta in quanto sono [[Esercizio ferroviario a spola|esercitatateesercitate a spola]].
 
{{Portale|trasporti}}
69 114

contributi