Indra: differenze tra le versioni

1 byte rimosso ,  2 mesi fa
m
smistamento lavoro sporco e fix vari
m (smistamento lavoro sporco e fix vari)
Indra è il dio guerriero, protettore degli [[Arii]], che guida nelle loro conquiste. La sua figura è gigantesca, ha [[barba]] e [[Capello|capelli]] biondi avvolti in un turbante, e marcia in battaglia su un carro trainato da due [[cavallo|cavalli]] sauri brandendo in mano il ''[[vajra]]'' ("fulmine" o "diamante"), arma che simboleggia la [[Fulmine|folgore]], oppure la rete d'Indra, simbolo del mago e dell'illusionista.<ref name="Pio Filippani-Ronconi 1992"/> È spesso accompagnato dai [[Marut]], le divinità delle tempeste, e dalle [[Apsaras]], gli spiriti delle nuvole. Indra è inoltre un grande bevitore di [[soma (Vedismo)|soma]], bevanda tipica del sacrificio vedico, che beve in grandi quantità prima dei combattimenti.
 
Il [[Paradiso di Indra]], la sede del dio, è situata sulla cima del [[Monte Meru (mitologia)| Monte Meru]]
 
==Genealogia==
La genealogia di Indra varia nei testi: è descritto come figlio di [[Dyaus]] e [[Prithvi]]<ref>{{Cita libro|cognome=Jamison|nome=Stephanie W.|titolo=The Rigveda: Earliest Religious Poetry of India|editore=Oxford University Press|yearanno=2014|isbn=9780199370184|pp=39, 582}}</ref>, di [[Kaśyapa]] e [[Aditi]]<ref>{{Cita libro|cognome=Dalal|nome=Roshen|url=https://books.google.com/books?id=DH0vmD8ghdMC&q=Indra+aditi|titolo=Hinduism: An Alphabetical Guide|data=2010|editore=Penguin Books India|isbn=978-0-14-341421-6}}</ref>, o di [[Tvaṣṭṛ]]<ref name="md">{{cita libro|cognome=Macdonell|nome=Arthur Anthony|titolo=Vedic Mythology|editore=Oxford University Press|anno=1897|isbn=|curatore=G. Bühler|pp=[https://archive.org/details/vedicmythology00macd/page/116 116–118]|capitolo=Abstract Gods|url=https://archive.org/details/vedicmythology00macd/page/116}}</ref>. La sua consorte è Indrani, ed è padre di numerosi figli tra cui Jayanta, Jayanti, Shashthi, Devasena, Vali e [[Arjuna]].
 
== Mitologia ==
345 026

contributi