Boxing Day: differenze tra le versioni

m
 
Il termine "Boxing Day" deriva dalla parola inglese "box", scatola, e all'usanza nata nell'Ottocento di regalare doni alle persone o ai membri delle classi sociali più povere. In particolare, era consuetudine delle famiglie agiate britanniche preparare delle apposite scatole con all'interno alcuni doni e avanzi del ricco pranzo di Natale, da destinare al personale di servizio a cui era concesso libero il giorno successivo al Natale, per far visita alle proprie famiglie.<ref>{{cita web|url=https://www.snopes.com/holidays/christmas/boxingday.asp|editore=Snopes.com|accesso=21-12-2008|titolo=Boxing Day Origins|lingua=en}}</ref>
 
Un'altra possibile origine è legata invece alla tradizione Cristiana, “la scatola” (box in inglese) sarebbe una cassetta per le donazioni esposta per tutto il periodo di Natale nelle chiese, aperta per l'appunto il 26 Dicembre, per distribuire fra i poveri del quartiere quanto raccolto<ref>{{Cita web|url=https://www.londra.today/boxing-day-a-londra/|titolo=Il boxing day a Londra - Lo shopping dopo Natale!|sito=www.londra.today|lingua=it-IT|accesso=2021-03-22}}</ref>.
 
Oggi giorno il boxing day è associato alla data di partenza dei saldi specialmente per il mercato dell'abbigliamento: diversamente dall'Italia, la quasi totalità dei negozi rimane aperta e viene letteralmente presa d'assalto dai clienti, anche se negli ultimi anni il fenomeno si è ridotto<ref>{{Cita web|url=https://appuntidiretail.it/boxing-day-retail/|titolo=Che cos’è Boxing Day (e perché nel retail sta perdendo importanza)|sito=www.appuntidiretail.it|lingua=it-IT|accesso=2021-11-11}}</ref>.
 
== Sport ==
3 379 460

contributi