Dinastia Shun: differenze tra le versioni

m
(Recupero di 0 fonte/i e segnalazione di 1 link interrotto/i.) #IABot (v2.0.1)
 
La '''dinastia Shun''' ({{zh|s=顺朝|t=順朝|p=Shùn cháo}}), o '''Grande Shun''' ({{zh|s=大顺|t=大順|p=Dà shùn}}) fu una dinastia di breve durata sorta nel periodo di [[Transizione tra Ming e Qing|transizione]] tra la [[dinastia Ming]] e quella [[dinastia Qing|Qing]] (vedi [[Storia della Cina]]).<br />La dinastia venne fondata a [[Xi'an]] l'8 Febbraio 1644, [[Capodanno cinese|capodanno lunare]], da [[Li Zicheng]], ex funzionario Ming e leader di una grande grande rivolta contadina. Seppure per brevissimo tempo governava su un territorio di 9,1 milioni di kmq, e fu per due anni [[Imperi per estensione|l'impero più vasto del mondo]], amministrando il 28,4 % della [[popolazione mondiale]].<ref>{{Cita web|url=https://www.chinahighlights.com/travelguide/culture/china-history.htm|titolo=The History of China: Dynasty/Era Summary, Timeline|sito=China Highlights|accesso=2019-10-03}}</ref>
 
Per evitare rivolte all'inizio Li accettò solamente il titolo di re (王) anziché di imperatore (皇帝), tuttavia il 3 giugno 1644 riuscì a farsi proclamare [[imperatore della Cina]] e a confermare il Grande Shun al potere. La cattura di [[Pechino]] da parte delle forze Shun, col suicidio dell'imperatore [[Chongzhen]], nell'aprile 1644, segnò la fine della [[dinastia Ming]], ma Li Zicheng fallì nel tentativo di solidificare il suo [[Mandato del cielo]] (ricevuto il 5 giugno). Infatti Li Zicheng ordinò ai soldati di uccidere tutti i seguaci dei Ming ancora presenti a Pechino. Ciò provocò forti rivolte, sobillate e guidate dalle forze della [[dinastia Ming meridionale]]. Inoltre i ministri Shun erano costantemente in lotta tra di loro per il potere, quindi il governo effettivo della dinastia durò meno di un anno.<ref>{{Cita web|url=https://www.revolvy.com/page/Shun-dynasty?smv=651259|titolo="Shun dynasty" on Revolvy.com|autore=Revolvy LLC|sito=www.revolvy.com|lingua=en|accesso=2019-11-02|urlmorto=sì}}</ref>
 
Verso la fine del maggio 1644, Li venne sconfitto nella [[battaglia del passo Shanhai]] dalle forze congiunte del generale Ming [[Wu Sangui]] e del principe [[Manchu]], [[Dorgon]]. Egli tornò precipitosamente a Pechino e, ai primi di giugno, Li si auto-proclamò allora [[imperatore della Cina]], lasciando però la capitale in tutta fretta per tornare nella più sicura provincia dello [[Shaanxi]].
3 379 460

contributi