Differenze tra le versioni di "Edizione critica"

Varianti
m (link a Lezione (filologia))
(Varianti)
Nella [[filologia]] o [[ecdotica|critica testuale]], per '''edizione critica''' di un [[testo]] si intende una pubblicazione del testo stesso mirante a ristabilirne la forma originale, il più possibile rispondente alla volontà dell'autore, sulla base dello studio comparato ([[collazione]]) di ciascun passo dei diversi [[codice (filologia)|testimoni]] diretti e indiretti esistenti, siano essi [[manoscritto|manoscritti]] o [[Stampa (processo)|testi a stampa]]. L'edizione si presenta perciò con un ''apparato critico'' che riporta le [[Lezione (filologia)|lezioni]] varianti.
 
==LEZIONI VARIANTI==
In un codice sono dette "Varianti"le lezioni che l'autore o il copista ha accolto nel suo testo al posto di altre tramite una cancellatura del precedente segmento,mentre sono "Varianti alternative"quelle scritte ma non accolte.
Le varianti si classificano in 4 tipi a seconda che siano state realizzate mediante
1)Aggiunta
2)Sostituzione
3)Permutazione
4)Soppressione
Si distinguono inoltre,varianti "formali" e varianti "sostanziali".Le varianti possono essere anche "immediate"o "non immediate/tardive".Poichè spesso non si arriva a stabilire una cronologia relativa delle varianti che interessano un determinato segmento,occorre almeno stabilire quante e quali sono state le fasi elaborative del testo attraverso spie diverse,che siano inchiostro,cambiamenti di scrittura,posizione nella pagina e simili..
--[[Utente:Nausikaaa|Nausikaaa]] 16:49, 13 feb 2008 (CET)
 
 
Da un punto di vista [[tipografia|tipografico]], un'edizione critica si distingue per alcune peculiarità dell'[[impaginazione]]. Il corpo del testo è in genere accompagnato da una numerazione a margine delle righe; talvolta possono comparire anche riferimenti a margine ai numeri di pagina dei diversi testimoni. A [[piè di pagina]] si trova l'[[apparato critico]], in cui l'editore (il [[filologo]] autore dell'edizione critica) testimonia e giustifica le scelte operate tra le varianti e le eventuali congetture.
9

contributi