Differenze tra le versioni di "Scritture paleo-ispaniche"

m
nessun oggetto della modifica
(Inserisco le voci collegate)
m
Tali scritture non ebbero carattere unitario perché dovettero adattarsi anche a lingue non iberiche e in primo luogo, ad alcuni [[lingue celtiche|idiomi celtici]] e al [[tartessico]]. Al momento della propria massima diffusione ([[III secolo a.C.]]) le scritture paleo-ispaniche si articolavano nelle seguenti varietà principali:
 
* ''[[Signario d'de Espanca]]''
* [[Scrittura del Sud-Ovest]] (o tartessia o sudlusitana)
* [[Alfabeto greco-iberico]]